23 maggio 2018
Aggiornato 05:30
Sport biellese

Arianna Larice d’oro e d’argento. Serie D un oro e tanta esperienza

Week end impegnativo e gratificante quello appena concluso per le atlete della Scuola di ginnastica Ritmica di Tatiana Shpilevaya

Foto di gruppo per una giornata ricca di soddisfazioni (© Diario di Biella)

CANDELO - Week end impegnativo e gratificante quello appena concluso per le atlete della Scuola di ginnastica Ritmica di Tatiana Shpilevaya, impegnate a Verbania con la serie D ed al Pala BonPrix per la specialità Gold. I risultati migliori sono venuti proprio da quest’ultima gara in cui è scesa in pedana nella categoria junior Arianna Larice. Che gareggiando nelle specialità nastro e fune ha ottenuto rispettivamente un primo ed un secondo posto di giornata e due argenti al termine delle prove del campionato regionale che valgono l’ammissione al campionato interregionale. Anche a Verbania le RSgirls sono salite sul gradino più alto del podio nella gara di serie D categoria junior/senior con la squadra formata da Giorgia Testa, Carolina Mazzon, Giulia Peritore e Rebecca Bossotto. La squadra allieve livello C formata da Aline Pretti, Sophie Rizzo e Nadia Di Palma ha ottenuto, nonostante errori piuttosto importanti, la quinta posizione. Mentre la squadra allieve giovanissime formata da Giulia Bocci, Sofia Novais Calil e Beatrice Antorra  impegnate nel livello A ha ottenuto la decima posizione. Hanno accompagnato le atlete a Verbania le allenatrici Arianna Prete, Alessandra Balocco e Cristiana Berruti.

L'ANALISI - Mentre ha seguito la gara di Biella la DT Tatiana Shpilevaya che così commenta i risultati del week end: «Arianna Larice ha gareggiato bene, seppur ha ancora spazi di miglioramento, che cercheremo di ottenere con gli allenamenti delle prossime settimane per presentarla agli interregionali ancora più preparata. Per quanto riguarda la serie D, la squadra J/Senior non ha avuto problemi a vincere ma ha commesso alcune imperfezioni che vanno migliorate. Le allieve, hanno commesso errori piuttosto gravi, che saranno certamente recuperati nelle prossime gare in quanto l’esperienza acquisita ed il lavoro che andremo a fare prima della prossima gara impedirà loro di incappare nelle stesse problematiche. D’ altra parte le due squadre allieve sono formate da atlete giovanissime che stanno formandosi e che per crescere tecnicamente hanno necessità di tempo ed esperienza, che si acquisisce solo in campo gara".