23 maggio 2018
Aggiornato 05:30
Cronaca dal Biellese

Non ce l'ha fatta l'uomo che si è sparato in testa venerdì

Il padre ha acconsentito a donare gli organi. Ancora da capire le ragioni del gesto

L'ospedale biellese (© Diario di Biella)

BIELLA - E' morto questa mattina dopo il ricovero in ospedale a Ponderano l'uomo che l'altra sera si è sparato alla testa, in un atto anti-conservativo. Dopo il ricovero immediato in ospedale, per una circostanza quasi miracolosa, le sue condizioni parevano molto gravi ma con qualche speranza di guarigione. Invece le condizioni dell'uomo, 41 anni, conosciuto in tutto Biellese, sono peggiorate fino al decesso avvenuto questa mattina. In ospedale i tanti amici dell'uomo, dal carattere mite, ed il padre. Pare che il genitore abbia acconsentito all'espianto degli organi. L'uomo si è sparato proprio con la pistola del padre, regolarmente detenuta.