15 agosto 2018
Aggiornato 19:00

Per Bielmonte e Oropa in arrivo oltre un milione di euro

I soldi sono destinati a investimenti sull’innevamento programmato, agli impianti di risalita, al potenziamento e rivitalizzazione del turismo montano, sia invernale che estivo. L'annuncio di Barazzotto

BIELLA - Per le stazioni turistiche di Bielmonte e Oropa sono in arrivo oltre un milione di euro, destinati a investimenti sull’innevamento programmato, agli impianti di risalita, al potenziamento e rivitalizzazione del turismo montano, sia invernale che estivo.

REGIONE - «I contributi alle stazioni del Biellese – spiega il consigliere regionale Vittorio Barazzotto – saranno il frutto di accordi presi con l’Assessorato al Turismo regionale che interessano sia il comprensorio di Bielmonte, nell’Oasi Zegna, sia la conca turistica di Oropa. Se il primo può contare su caratteristiche delle piste idonee a intercettare i fondi anche per l’innevamento e per gli impianti e la manutenzione degli stessi, Oropa, che non possiede più il requisito di comprensorio sciistico omologato per lo sci alpino, ma solo per il free ride, dovrebbe concentrare il contributo inizialmente sulla Busancano, con l'obiettivo di avviare la sua messa in sicurezza e la possibilità di migliorarla per la fruizione di attività outdoor, il tutto in attesa di valutare altre progettualità su cui poter intercettare ulteriori risorse. Si tratta – conclude Barazzotto – di  risorse importanti per lo sviluppo turistico della nostra Provincia».

SOLDI - Nel dettaglio, per Bielmonte sono previsti circa un milione di euro, per Oropa, invece, al momento si sta parlando di 100mila euro, con la possibilità di incrementare l’importo sulla base di programmi in fase di valutazione. Più che positiva anche la valutazione dell’assessore regionale al Turismo Antonella Parigi: «Questi investimenti dimostrano ancora una volta quanto riteniamo strategico il sistema neve per il quale, grazie alla modifica della legge 2, abbiamo permesso di estendere le attività anche nella stagione estiva. Su Oropa, inoltre, abbiamo sbloccato a fine anno importanti fondi statali che riguarderanno il Santuario».

OROPA - Sempre su Oropa nell’imminente futuro si dovrà affrontare il tema che riguarda il fine vita della funivia. Conclude sulla questione Vittorio Barazzotto: «Con Funivie di Oropa, ma non solo, siamo già al lavoro per individuare le fonti di finanziamento necessarie al rifacimento della funivia, che si avvia a scadenza. Si tratta di risorse importanti, circa 5 milioni di euro, e pertanto è necessario orientarsi sulla possibilità di intercettare diversi finanziamenti comunitari sin da ora, a ogni livello».