23 giugno 2018
Aggiornato 07:30
Cronaca | Cronaca dal Biellese

Avventore cerca di accoltellare un barista

È accaduto a Zumaglia. Protagonista un disabile entrato nel locale ubriaco

L'arma sequestrata dai militari (© Diario di Biellai)

ZUMAGLIA - Entra in un bar già ubriaco, minaccia la titolare e, dopo essere stato allontanato, torna armato di un coltello. A venire denunciato dai carabinieri per minacce aggravate e percosse, oltre che per porto abusivo di oggetto atto a offendere, è stato un disabile di 50 anni, residente a Zumaglia. Ieri sera, sabato 3 marzo, è entrato in un bar del paese, che dista poche centinaia di metri dalla sua abitazione. Ha ordinato, seppure già alticcio, un whiskey e, dopo averlo bevuto, ha iniziato a lamentarsi della qualità con la proprietaria del locale. Lei ha cercato di calmarlo, finendo per essere spintonata. A quel punto è intervenuto il marito, che ha preso l'avventore e lo ha accompagnato fuori, mentre l'altro si è passato un dito sul collo. Una minaccia inequivocabile. Sembrava finita lì. Invece no. Il 50enne è tornato armato di coltello. La controparte lo ha visto e si è data alla fuga, mentre il fratello dell'aggressore riusciva a bloccare il familiare. Momenti di alta tensione, smorzati dall'arrivo di un carabiniere, impegnato nei seggi elettorali, che è riuscito a riportare la calma. L'arma bianca è stata in seguito recuperata in un prato.