13 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

Biellese raggira un orefice sardo

Ha acquistato merce per 1500 euro senza tornare a saldare il conto
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - Approfittando della conoscenza commerciale consolidata nel tempo, raggira un orefice per 1500 euro. A venire denunciato per truffa aggravata dai carabinieri di Oristano è stato G.S., 47 anni, di Biella. L'uomo, alcuni giorni fa, si era presentato in un negozio di Tresnuraghes. Il titolare lo conosceva da tempo, perchè aveva già fatto acquisti nel suo negozio. Il cliente biellese sceglie dall'assortimento alcuni oggetti preziosi e degli orologi, per un cospicuo valore. Al momento di pagare, la sorpresa: la carta di credito non risulta utilizzabile. "Risolvo il problema - dice il 47enne - e passo a saldare il conto più tardi. Ci conosciamo da tempo, può fidarsi». E il commerciante fa l'errore di credergli e gli consegna la merce. Infatti il biellese non solo non passa a pagare il dovuto, ma si rende pure irreperibile. Alla controparte non resta che rivolgersi ai carabinieri che, identificato il 47enne, ora lo hanno indagato.