16 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Michelangelo Pistoletto riceverà la cittadinanza onoraria di Palermo

La cerimonia sabato 10 marzo alle 12 a Palazzo Sant’Elia, in Sicilia
Michelangelo Pistoletto
Michelangelo Pistoletto (Diario di Biella)

BIELLA - Per essere riuscito a sintetizzare in un’unica, straordinaria opera d’arte, la coesione e il sincretismo di popoli diversi che si affacciano su un unico mare, simbolo di unione e fratellanza. Michelangelo Pistoletto non è solo l’artista di livello mondiale che ha saputo unire la ricerca scientifica al linguaggio dell’arte contemporanea, ma è anche un affascinante narratore di immagini, di suoni e di lingue. «Love Difference», il suo tavolo specchiante che ha affidato a Palermo Capitale Italiana della Cultura, è un libro su cui sono scritti i medesimi valori espressi dalla Carta di Palermo.
 
IL PREMIO - Michelangelo Pistoletto riceverà sabato 10 marzo alle 12 a Palazzo Sant’Elia, la cittadinanza onoraria di Palermo. Il grande artista biellese, esponente e animatore dell’Arte Povera, ha sempre amato esporre in luoghi non convenzionali e utilizzare materiali non ortodossi, dalle colle al poliuretano. Famosi i suoi «Quadri specchianti» di cui Love Difference – il tavolo a forma di Mediterraneo esposto a Fondazione Sant’Elia fino al 10 gennaio 2019, con un allestimento curato da Paolo Falcone, direttore artistico dellaFondazione Sambucache ha avuto in affidamento l’opera – è l’erede naturale.