21 settembre 2018
Aggiornato 19:30

Candelo in lutto per la morte di Giorgia Gallo

Un grave lutto per tutti noi. Parla il vice sindaco del paese, Paolo Gelone. Il magistrato potrebbe chiedere l'autopsia. Ancora senza data il funerale

CANDELO - "Un grave lutto per tutti noi». A parlare è il vice sindaco del paese, Paolo Gelone, ancora sconvolto per la prematura scomparsa di Giorgia Gallo. «Come presidente della Consulta dei giovani - continua - la ricordo per il grosso contributo che aveva portato, un paio di anni fa, per l'organizzazione della festa dei coscritti. Dei 18enni. Viste le sue qualità, era poi traghettata nella Pro Loco. Lei, come altri, era l'ossatura per tenere in vita tali associazioni. Perchè era una ragazza altruista, che socializzava con tutti. Davvero una gravissima perdita».La scomparsa di Giorgia, che frequentava la sezione distaccata dell'Istituto Bona a Mosso, ed era prossima alla maturità, lascia nel dolore, oltre ai genitori, i fratelli Alex e Michael. La data delle esequie non è ancora nota. Il magistrato che si occupa del caso potrebbe richiedere che venga eseguita l'autopsia.