21 settembre 2018
Aggiornato 19:30

Consiglio comunale, assemblea e discussione sui rifiuti

Per il 2018 la previsione è di un ulteriore leggero contenimento dei costi, che si ridurranno a 8, 769 milioni di euro, circa 27 mila euro in meno rispetto al saldo del 2017
Cassonetti per i rifiuti in città
Cassonetti per i rifiuti in città (Diario di Biella)

BIELLA - Torna a riunirsi martedì 13 marzo il consiglio comunale di Biella. Tra i punti all'ordine del giorno spicca il piano finanziario per il 2018 sullo smaltimento dei rifiuti. La cifra corrisponderà a quella che dovranno versare i cittadini e le imprese sommando le loro bollette della Tarip. Per il 2018 la previsione è di un ulteriore leggero contenimento dei costi, che si ridurranno a 8, 769 milioni di euro, circa 27 mila euro in meno rispetto al saldo del 2017 che a sua volta era stato inferiore di 203mila euro rispetto ai costi del 2016. «Nel 2018 - anticipa l'assessore all'ambiente Diego Presa - si prevede di potenziare il taglio del verde con due figure in più e di dedicare mezza giornata in più allo spazzamento meccanizzato».

SOLDI - I conti beneficiano anche dei ricavi che si ottengono dalla raccolta differenziata, in particolare dalla vendita del materiale riciclabile: sommando quelli di carta, cartone e plastica si incassano 452mila euro. Scendendo più nel dettaglio sulle previsioni, si scopre che smaltire una tonnellata di differenziata costa 205,78 euro, il 55% in meno del costo di smaltimento a tonnellata dei rifiuti indifferenziati, ovvero 463,52 euro.

PALAZZO OROPA - La seduta è stata convocata per le 15,30. La prima ora e mezza è dedicata al question time, con le risposte di sindaco e assessori alle interrogazioni dei consiglieri. Alle 17 inizierà l'esame di delibere e mozioni. I lavori termineranno comunque intorno alle 22.