13 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Attenzione alle finte cartelle esattoriali

Mai comunicare dati e cestinare. Contattare subito il proprio istituto di credito per evitare sgradite sorprese
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - Una donna originaria dello Sry Lanka, residente a Roma, è stata denunciata dai carabinieri per truffa. La donna, stando alla vittima, una biellese di 55anni, sarebbe stata da lei contattata via email per una cartella esattoriale insoluta. La cifra: 2800 euro. Sapendo di non aver debiti di quella portata, la vittima cestina tutto, per poi essere contattata dal suo istituto di credito del prelievo, che sarebbe stato effettuato attraverso un bonifico istantaneo su una banca di Roma. A quel punto la 55enne si è rivolta ai carabinieri che, fatti i debiti accertamenti, sono risaliti all'asiatica, ora indagata. Quanto accaduto potrebbe essere solo la punta di un iceberg. Mai fidarsi di strane richieste di denaro, anche se provenienti dalla propria banca. Ma non solo. Confrontarsi immediatamente con il personale dell'istituto di credito, in quanto i pirati e truffatori informatici possono vestire qualsiasi spoglia.