24 aprile 2018
Aggiornato 04:30
Triverese

Quasi 19 mila euro utilizzati a favore delle persone bisognose

E' il dato di bilancio 2017 del progetto "TriAmicoVero", il gruppo di associazioni, parrocchie e Comune

Foto di gruppo dei volontari (© Diario di Biella)

TRIVERO - Quasi 19 mila euro utilizzati a favore delle persone bisognose del territorio triverese. E' il dato di bilancio 2017 del progetto "TriAmicoVero", il gruppo di associazioni, parrocchie e Comune che in paese si è unita dieci anni fa per offrire un'efficace rete di protezione ai casi di grave disagio economico e sociale. Il risultato è da record, superando di oltre il 70 per cento l'impegno economico dell'anno precedente. Questo è stato possibile grazie a numerosi privati e aziende che credono nel progetto e lo sostengono con propri finanziamenti. A questo si aggiungono i contributi erogati dalle singole associazioni che fanno parte della rete di solidarietà (di cui l'associazione Delfino è capofila), e del Comune di Trivero.

PROGETTO - Durante lo scorso anno gli utenti o nuclei familiari assistiti sono stati 31, aiutati tramite il pagamento di bollette, affitti, spese scolastiche, spese sanitarie, e con l’acquisto di legna, buoni spesa e buoni benzina. Si tratta di nuclei familiari o singoli con reddito nullo e comunque molto basso. Sono 23 gli italiani, 8 i nuclei familiari stranieri: sono in aumento le famiglie italiane e in calo quelle straniere. A volte si utilizza il sistema del micro-credito, che responsabilizza l'utente alla restituzione delle somme anticipate per fronteggiare una situazione di emergenza. Agli aiuti economici si aggiunge poi la distribuzione degli aiuti alimentari. Al ritiro mensile della borsa della spesa si sono presentati mediamente 40 utenti. Parte di questi utenti coincidono con quelli aiutati economicamente. Vista l'entità dei contributi, quest'anno si sono poi portati avanti interventi specifici finalizzati a "cambiare la vita" ad alcuni soggetti, aiutandoli a rialzarsi e a camminare con maggiore autonomia. Per esempio, sono stati investite congrue risorse per aiutare giovani nelle spese per lo studio, anche universitario, scongiurando l'abbandono del percorso.

SOCIALE - Altro settore importante che si è aperto quest'anno è quello del lavoro: grazie a una sinergia con il Cissabo, si è aperta la possibilità di aiutare l'utente a guadagnarsi da solo il necessario per vivere attivando tirocini con borse-lavoro di qualche mese, interamente finanziate da "TriAmicoVero" e Cissabo.

LE PAROLE - «Siamo molto soddisfatti per i risultati raggiunti nell’anno 2017 grazie al lavoro delle associazioni e dei volontari del TriAmicoVero - commenta Elisabetta Prederigo, assessore alle politiche sociali del Comune di Trivero -. In particolare si apprezza l’iniziativa del micro-credito, condividendo l’idea di predisporre percorsi capaci di garantire dignità e responsabilità. Altra iniziativa importante, nata dalla condivisione con l’assessorato delle politiche sociali e i servizi sociali, è stato il contributo erogato nel mese di settembre alle famiglie con bambini e ragazzi per l’acquisto di libri e materiale scolastico. Tutti questi interventi testimoniano una grande attenzione alle situazioni di fragilità del territorio e la disponibilità a fare «rete» per progettare percorsi sempre nuovi, in grado di adeguarsi alle esigenze delle persone».

DICHIARAZIONI - «Non possiamo che ringraziare ancora una volta tutte le persone che continuano a credere in noi e ci aiutano ad andare avanti con sempre maggiore convinzione - aggiunge Ernesto Giardino, presidente dell'associazione Delfino che fa da capofila di "TriAmicoVero" -. Dopo dieci anni di lavoro, la rete sociale è ormai diventata un punto di riferimento. Interveniamo nelle emergenze conclamate, ma cerchiamo anche di investire sulle persone che possono rimettersi in piedi e guardare al futuro con nuova speranza».