23 settembre 2018
Aggiornato 14:00

Una pipì da oltre tremila euro

È quanto dovrà sborsare un ubriaco sorpreso a urinare in pubblico
Carabinieri e piazza Duomo
Carabinieri e piazza Duomo (Diario di Biella)

BIELLA - Dovrà sborsare oltre 3 mila euro il 52enne di Cossato sorpreso dai carabinieri a fare pipì in piazza Vittorio Veneto, a Biella, dove per altro esiste un bagno pubblico. L'uomo, palesemente ubriaco, ieri, martedì 20 marzo, intorno alle 19, ha pensato bene di svuotare la vescica in pubblico, senza curarsi che il suo comportamento poteva infastidire i passanti e, ancora peggio, creare disagio ai minori, oltre che dare un pessimo esempio. Non è la prima volta, e non sarà nemmeno l'ultima che, in città, avvengono simili episodi. Solo una settimana fa, nel cuore della notte, in via Italia, un soggetto non ha esitato a fare i suoi bisogni in mezzo alla strada, mettendo anche a rischio la sua persona, visto che il tratto in questione è particolarmente trafficato dagli automobilisti che scendono dalla Valle Cervo.