17 dicembre 2018
Aggiornato 10:10

Identificato l'aggressore di via Carso

Aveva causato una lesione cranica a un altro uomo, finito all'ospedale Maggiore di Novara
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - È stato identificato e denunciato dai carabinieri il 40enne nord africano che, nei giorni scorsi, aveva aggredito un connazionale nei capannoni di via Carso, a Biella, facendolo finire in ospedale. Pluripregiudicato, al culmine di un litigio aveva scagliato contro la vittima un oggetto contundente, causandogli non solo una profonda ferita al capo, ma persino la frattura della teca cranica. La vittima, dopo aver trascorso la notte all'addiaccio, si era poi recata in ospedale, a Ponderano. Quando i medici del Pronto Soccorso si erano resi conto delle sue condizioni, ne avevano immediatamente disposto il trasferimento al reparto di neurochirurgia del Maggiore di Novara. Con il passare delle ore le condizioni dell'uomo sono migliorate ed è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni.