23 settembre 2018
Aggiornato 14:30

Cavaglià: si spacciano per carabinieri e derubano due anziani

E sempre in paese, ieri, colpo da 10 mila euro in un'abitazione da dove sono spariti soldi e oggetti preziosi
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

CAVAGLIA' - "Siamo carabinieri. Qualcuno ha cercato di entrare nella vostra abitazione. Andate subito in caserma a presentare denuncia». È stata raggirata così ieri, mercoledì 21 marzo, una coppia di anziani residenti nel centro di Cavaglià. Rientrati a casa, marito e moglie hanno trovato la serratura della porta d'ingresso forzata e due soggetti che si sono spacciati per militari dell'Arma. Lo hanno scoperto tardi, però, quando sono giunti alla Stazione dei carabinieri, queli veri, e sono stati informati che non c'erano militari in zona. Nel fratempo, però, i malviventi avevano avuto tutto il tempo di derubarli, sparendo con diversi oggetti in oro. E sempre ieri, a Cavaglià, tra via Roma e via Rondolino, si sono registrati altri due colpi. Da un'alloggio sono spariti 2mila euro in contanti, preziosi e un orologio Rolex, per un danno di 10 mila euro. In un altro, dopo aver infranto il vetro di una finestra, si sono dati alla fuga, pare senza rubare nulla.