23 settembre 2018
Aggiornato 13:30

Aumento del costo dei parcheggi. Confesercenti non ci sta

Sacco si rivolge al sindaco Cavicchioli e all'assessore La Malfa: «Cambio di gestore ha portato ad un rialzo delle tariffe, danno per cittadini e commercio»
Angelo Sacco è il presidente di Confesercenti
Angelo Sacco è il presidente di Confesercenti (Diario di Biella)

BIELLA - «Nel corso del mese di marzo la ditta Bi park, gestore dei parcheggi blu a pagamento della città di Biella, ha conferito il proprio contratto alla ditta Easy Park che, di fatto, ha ora in mano la gestione dei parcheggi a pagamento della città - scrive in una lettera aperta Angelo Sacco, presidente della Confesercenti -. Purtroppo sia per i cittadini che usano i parcheggi blu ma anche per i commercianti cittadini, le tariffe applicate dal Easy Park sono diverse da quelle applicate prima da Bi Park.Per ogni sosta pagata tramite il servizio "sosta facile" (ovvero tramite smartphone) viene applicata una commissione fissa di 35 centesimi di euro. Una condizione questa non prevista dal contratto stipulato tra Comune di Biella e BI Park».

DOCUMENTO - "Ci chiediamo se non sia necessario che l’amministrazione comunale eccepisca questo diverso approccio tariffario non previsto in convenzione - prosegue Sacco, rivolgendosi al sindaco Marco Cavicchioli e all'assessore Stefano La Malfa -. Gli unici danneggiati sono i cittadini di Biella e le attività commerciali esistenti. Le soste di breve durata vengono a costare molto più di prima proprio perché il costo fisso incide spesso oltre il 50% del valore stesso della sosta. Segnaliamo ancora che Easy Park, in altre città italiane, non fa pagare questa commissione fissa. Riteniamo quindi che il pagamento della quota fissa abbia stravolto le condizioni stesse dell’appalto e che quindi l’amministrazione comunale non possa accettare questa ingiusta imposizione. Questo è il nostro parere che mettiamo a disposizione della città di Biella e dei suoi amministratori».