16 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Litiga con la figlia per il fidanzato piemontese

È accaduto al Villaggio Lamarmora dove sono intervenuti due volte i carabinieri
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - Una pattuglia dell'Arma è dovuta intervenire due volte ieri, lunedì 2 aprile, in un alloggio del quartiere Villaggio Lamarmora, di Biella, dove era scoppiato un violento litigio tra padre e figlia. Motivo: al genitore non andava a genio il fidanzato della minore perchè piemontese. A chiedere aiuto, già alle 10 del mattino, era stata la ragazzina visto che il diverbio stava degenerando. Alla vista delle divise, gli animi sembravano essersi calmati. Ma non è stato così. Alle 15 altra chiamata per una seconda, quanto violenta, lite, davanti al fidanzato. Non è stato facile, per i carabinieri, riportare tutti alla calma. Un episodio, quello avvenuto, decisamente singolare che riporta ad anni passati quando, però, erano i piemontesi a non volere, per le figlie, anche bravi giovani con l'unico difetto di provenire dal Sud.