Sport | Calcio/Eccellenza

«Un pareggio che vuol dire un punto guadagnato»

L'analisi di mister Braghin al pareggio della sua Biellese, sabato scorso sul punteggio di 1 a 1

I bianconeri festeggiato il pareggio conquistato
I bianconeri festeggiato il pareggio conquistato (La Biellese)

BIELLA - Ottimismo. E questa la parola d'ordine del tecnico bianconero al termine della gara contro la Romentinese e Cerano, da parte della sua Biellese nel campionato di Eccellenza. «Un punto guadagnato contro un'ottimo avversario» dice, infatti, Maurizio Braghin.

Una Biellese, però, dai due volti. E' d'accordo?
«Un primo tempo brutto, dove abbiamo concesso a Ciana troppa libertà in fase di costruzione, senza trovare le giuste misure in campo. La Biellese del secondo tempo invece, è stata tutta un'altra squadra. Abbiamo giocato molto più liberi, creando un paio di occasioni nitide da gol che non siamo stati bravi a concretizzare. Loro hanno avuto sui piedi l'occasione per raddoppiare, ma Goio è stato strepitoso nell'intervento a negargli il gol. Sono soddisfatto della prova dei miei ragazzi, perchè hanno reagito con carattere».

Basta fare i omplimenti alla RoCe oppure ci sono anche vostre responsabilità?
«Loro hanno fatto un'ottima gara, sono una squadra bene strutturata con giocatori di grande qualità. E' la squadra che più mi ha impressionato fino a questo momento e se contiamo che avevano due assenze importanti, non rimane altro che fare i complimenti". 

Un punto guadagnato, quindi?
«Questo pareggio è senza dubbio un punto guadagnato. Perchè quando vai sotto con queste squadre, è molto difficile riuscire a tirare fuori qualcosa di positivo, ma noi ce l'abbiamo fatta».

Mister Braghin

Mister Braghin (© Diario di Biella)