23 settembre 2018
Aggiornato 14:30

Cavaglià: arrestati padre e figlio

Sono accusati di stalking e danneggiamento nei confronti dei vicini di casa
Il carcere biellese
Il carcere biellese (Diario di Biella)

BIELLA - Un 51enne di Cavaglià e il figlio di 22 anni sono stati arrestati dai carabinieri, a seguito di un ordine di carcerazione emesso dal gip del tribunale di Biella. Pesanti le accuse: atti persecutori e danneggiamento nei confronti dei vicini di casa. I dissapori tra il 51enne e gli altri residenti andavano avanti dal 2003. Le vittime, per un paio di anni, malgrado i sopprusi, avevano chiuso un occhio poi avevano presentato una petizione contro l'uomo, per disturbo della quiete pubblica. Ma non era servita a nulla. Lui aveva continuato con il suo comportamento asociale. Ultimamente, facendosi forte della presenza al suo fianco del figlio, ormai maggiorenne, erano iniziate le minacce di morte e i danneggiamenti, ed erano partite le querele. Il caso era così approdato a Palazzo di giustizia e, vista la corposità del fascicolo a carico dei due cavagliesi, il magistrato ha deciso di farli finire dietro alle sbarre.