Cronaca | Cronaca dal Biellese

«No alla discarica del Brianco»

Sabato scorso l'onorevole Andrea Delmastro ed una delegazione di Fratelli di Italia, con Carlo Zaccaria della azienda agricola Zaccaria Silvio, si sono andati a Salussola

Nella foto: Alex Squaiella, Elena Chiorino, Andrea Delmastro, Carlo Zaccaria
Nella foto: Alex Squaiella, Elena Chiorino, Andrea Delmastro, Carlo Zaccaria (Diario di Biella)

SALUSSOLA - Sabato scorso l'onorevole Andrea Delmastro ed una delegazione di Fratelli di Italia, con Carlo Zaccaria della azienda agricola Zaccaria Silvio, si sono recati in Regione Brianco, nel Comune di Salussola, per esprimere la loro ferma contrarietà alla realizzazione della discarica di amianto. L’area sulla quale dovrebbe essere realizzata la discarica è infatti immersa tra le risaie destinate alla produzione del Riso di Baraggia DOP.

DOCUMENTO - «Si ricorda in particolare, anche al consigliere regionale Barazzotto, che il riconoscimento della certificazione DOP Riso di Baraggia è stato il frutto di intensi sforzi dell’onorevole Andrea Delmastro e dell’allora Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Giovanni Alemanno, i quali si erano adoperati alacremente per l’ottenimento di questa importantissima certificazione europea. Questa certificazione, la prima ed unica in Italia, classifica il nostro Riso di Baraggia come una eccellenza della produzione agroalimentare europea - si legge in una nota stampa - Fratelli d’Italia, da sempre impegnata nella tutela e nella valorizzazione delle eccellenze territoriali nazionali, è quindi fermamente contraria alla realizzazione della discarica nel cuore di un’area espressamente destinata ad una produzione agricola di pregio».

PONDERANO - Il consiglio comunale del Comune di Ponderano, con delibera dello scorso 27 marzo, ha approvato all’unanimità una mozione con la quale il sindaco Elena Chiorino è stata espressamente autorizzata a richiedere al presidente della Provincia di Biella la convocazione dell’Assemblea dei sindaci biellesi per la definitiva trattazione della questione «discarica di amianto del Brianco». Già nei prossimi giorni verrà quindi recapitata al presidente della Provincia di Biella una formale richiesta di convocazione urgente dell’assemblea.