20 settembre 2018
Aggiornato 11:00

«Deluso, così, difficile parlare di play off»

L'analisi ed il commento di mister Braghin, dopo la sconfitta per 3 a 1 della Biellese a Baveno
La panchina della Biellese. A destra Braghin
La panchina della Biellese. A destra Braghin (Diario di Biella)

BIELLA - "Sono deluso della prova della squadra, soprattutto di quella dei senatori». Sono queste le parole del tecnico Maurizio Braghin dopo la secca sconfitta della sua Biellese, contro il Baveno (3 a 1), nel campionato di Eccellenza.

3 gol in 12 minuti sono davvero un po' troppi, o no?
«C'è poco da dire, dopo un quarto d'ora potevamo andare a casa. Probabilmente non sono riuscito in settimana a dare la giusta carica alla squadra. Un conto è prendere tre gol di buona fattura, un conto è fare tre regali. Bisogna farsi tutti un esame di coscienza, bisogna chiedere scusa ai tifosi per la prestazione vergognosa che abbiamo fatto».

Un secondo tempo dal quale ripartire...
«Nel secondo tempo abbiamo concesso pochissimo agli avversari, creando qualche palla gol importante. Con i campo i giovani, c'è stata una reazione seppur minima, ma comunque non una vera e propria risposta alla debacle della prima frazione". 

In quattro partite si decide il futuro. A cosa puntate?
«Parlare di playoff dopo una gara del genere, non è facile. La squadra a Baveno ha dimostrato ancora una volta di non avere la giusta cattiveria nelle partite che contano. Da qui fino alla fine del campionato sarà una vera e propria lotta di nervi e di intensità».