Cronaca | Cronaca dal Biellese

Polizia: tre stranieri espulsi dal territorio

Singolare il caso di un giovane filippino nato in Italia e gravato da pregiudizi penali

Polizia di Stato
Polizia di Stato (Diario di Biella)

BIELLA - Sono tre gli stranieri, residenti nel Biellese, che, entro sette giorni, dovranno lasciare l'Italia, a seguito di espulsione. Si tratta di un nigeriano di 37 anni, che si è visto rifiutare tutti i ricorsi presentati per la richiesta d'asilo, e di un 26enne del Mali, anche lui rifugiato. Particolare, invece, il terzo caso, che riguarda un 20enne di origini filippine, nato però sul territorio nazionale. Il giovane, M.A., aveva il permesso di soggiorno scaduto da un anno. Solitamente, in queste circostanze, il soggetto viene invitato a regolarizzare la sua posizione. Non in questo caso, però. Il 20enne, infatti, risulta gravato, malgrado la giovane età, da diversi pregiudizi penali. Diverse le denunce a suo carico, che vanno dalle minacce allo spaccio di stupefacenti, fino all'aggressione ai danni di coetanei. Anche lui, adesso, avrà una settimana di tempo per lasciare il Biellese e tornare nella patria di origine dei genitori.