21 aprile 2018
Aggiornato 10:00
Il ricordo

Dieci anni fa moriva Stelvio Gremmo

Storico volontario della Croce Rossa si deve a lui la realizzazione del centro "Acqua viva"

Stelvio Gremmo (© Diario di Biella)

BIELLA - Dieci anni fa, era il 13 aprile del 2008, moriva Stelvio Gremmo, storico volontario della Croce Rossa biellese. Insieme alla sorella Pamela, dipendente dell'Azienda sanitaria locale, ha dato la vita per gli altri. Ma non solo. È grazie a lui se in Piemonte è stata aperta la scuola "Acque vive", che forma quanti si dedicano al soccorso di chi si trova in difficoltà nei fiumi. «Ci chiamavano - dice Pamela - Olivia e Prolunga, in classe. Alti e magri entrambi». Alti e magri però, con un cuore grande.

L'UOMO - Prima gli altri e poi loro. Stelvio forse non aveva un carattere facile, qualche difficoltà a relazionarsi con il prossimo, ma mai con chi aveva bisogno. Prima di tutto venivano ammalati e gli infortunati, sempre. E poi la formazione di chi entrava, nell'ambiente del soccorso, e trovava in lui un salvagente a cui aggrapparsi. Un uomo, un volontario, una splendida persona che, a distanza di un decennio, manca a quanti lo hanno conosciuto.

RACCOLTA - Per ricordarlo è gradita un'offerta alla Croce Rossa Italiana Comitato di Biella Onlus (iban IT52G0609022 300 0000 1000 0078).