16 dicembre 2018
Aggiornato 16:30

Ritrovato il biellese scomparso in Germania

L'aiuto è arrivato da un sacerdote che gli permetteva di dormire la notte in chiesa
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - È stato ritrovato, in buone condizioni di salute, il 35enne biellese, residente in Germania, che dallo scorso mese di marzo non dava più notizie di sè. A presentare denuncia di scomparsa ai carabinieri era stata la madre, dopo che da alcuni giorni non riusciva a mettersi in comunicazione con il figlio. Trasferitosi quindici anni fa nel nord Europa, aveva lavorato nel campo della ristorazione prima di perdere il lavoro. Disperato, aveva abbandonato la casa, dove viveva con la compagna, facendo perdere le sue tracce. Dai militari dell'Arma è così partita la ricerca di informazioni, attraverso il Centro di cooperazione internazionale e i colleghi della Polizia tedesca. Nelle ultime ore, finalmente, la svolta. Il parroco della città di residenza ha detto agli agenti di aver visto, spesso, il 35enne in chiesa, dove trascorreva la notte per ripararsi dal freddo. E grazie al sacerdote, le Forze dell'Ordine sono riuscite a ritrovare il biellese, che è stato messo in comunicazione con la madre. Nei giorni trascorsi per strada, gli era stato rubato il cellulare e non era più riuscito a contattarla. Ha comunque scelto di restare a vivere in Germania.