22 agosto 2019
Aggiornato 22:00
Cronaca dal Biellese

Carabinieri sedano una lite in un centro di accoglienza

Uno degli ospiti era rientrato in ritardo e pretendeva ugualmente di mangiare

COSSATO - I carabinieri sono dovuti intervenire a Cossato, in un centro di accoglienza profughi, per un diverbio scoppiato tra uno degli ospiti, di 23 anni, nigeriano, e il responsabile. Il primo, contravvenendo alle regole, si era ripresentato nella struttura in tarda serata, quando ormai i pasti erano già stati serviti. Rimasto, a causa sua, senza cibo, ha iniziato a dare in escandescenze, fino a quando il personale ha richiesto l'aiuto si una pattuglia per calmarlo. Ma non finisce qui. All'arrivo dei militari dell'Arma, un altro nigeriano, di un anno più giovane, si è intromesso nella questione, dando torto al connazionale. Alla fine, con non poca fatica, le divise hanno riportato tutti alla tranquillità.