19 agosto 2019
Aggiornato 03:30
Sport biellese

Grandi risultati per la sezione scherma della A.P.D. Pietro Micca

Si è svolta a Casale Monferrato la Coppa Italia Nazionale di spada maschile e femminile

BIELLA - Il fine settimana appena trascorso ha visto grandi risultati per la sezione scherma della A.P.D. Pietro Micca. Si è svolta a Casale Monferrato la Coppa Italia Nazionale di spada maschile e femminile. I primi 16 classificati di ogni categoria avevano accesso di diritto alla Finale Nazionale di categoria, a cui partecipano solo i primi 40 d'Italia. Sul gradino più alto del podio nella categoria Cadetti (classi 2001\2003) è salito Francesco Ferraioli (classe 2002). Dopo un girone eliminatorio con una sola sconfitta e la 23° posizione nella classifica provvisoria, Francesco ha superato agevolmente le prime eliminazioni dirette. Per l'accesso tra i primi 16 e quindi la qualificazione alla finale, Ferraioli si è trovato opposto a Federico Rodia (Lame Azzurre Brindisi) sul quale ha avuto la meglio per una sola stoccata al tempo supplementare (13 a 12 il punteggio finale a favore dell'atleta biellese). Per l'accesso ai primi 8, Ferraioli ha agevolmente superato Giorgio Ciucci (Roma) e per l'accesso in semifinale il bravo Fabrizio Di Marco, coetaneo di Ferraioli e avversario molto temibile.

LE GARE - In semifinale, Francesco ha avuto la meglio su Fabio Vogliolo (Asti). In finale la vittoria è arrivata su Silvio Scordi (Fermo) con il punteggio di 15 a 10. "Francesco ha svolto una gara impeccabile - racconta il suo Maestro, Cinzia Sacchetti - Aveva davvero bisogno di questo risultato perchè nelle ultime gare non era riuscito a dare prova del suo reale valore. Oggi ha dimostrato di essere ancora ai vertici di categoria". "Erano settimane che sapevo di poter fare bene questa gara - racconta Ferraioli - mi sentivo bene mentalmente e avevo voglia di vincere. Oggi sono rimasto concentrato per tutto il corso della gara e ci ho creduto fino alla fine. Sono molto soddisfatto».
In pedana sono saliti anche Tommaso Rama, che si è arreso per l'accesso tra i primi 32; nulla da fare invece Tommaso Rossetti e Riccardo Rimbotti, alle loro prime esperienze in categoria, hanno comunque dimostrato una buona crescita. In campo femminile i colori della Pietro Micca sono stati difesi da Alice Giordano, giunta 52°, e Destro Nicole.