9 dicembre 2019
Aggiornato 11:00
Pallacanestro Biella

«Per vincere dobbiamo difendere alla grande»

Domenica alle 18, arriva Montegranaro per la prima sfida dei play off. Da temere, tra gli ospiti, Valerio Amoroso

BIELLA - Ne abbiamo sentito parlare per mesi, sono stati fatti svariati calcoli per stabilire chi sarebbe potuto essere il nostro avversario, i ragazzi si sono allenati forte durante tutto il campionato per raggiungerli e ora ci siamo: domenica iniziano i playoff di A2, la fase più emozionante della stagione. La regular season ha visto l'Eurotrend chiudere al quarto posto nel girone Ovest e ottenere così il fattore campo a proprio favore nel primo turno valido gli ottavi di finale. L'avversario dei lanieri sarà la XL Extralight Montegranaro, formazione neo promossa nella categoria e che ha disputato un ottimo campionato, raggiungendo il quinto piazzamento nel girone Est.

AVVERSARI - Tra le fila dei marchigiani gioca una vecchia conoscenza del popolo rossoblù, quel Valerio Amoroso protagonista di tante battaglie sportive con le maglie di Torino e della Sutor. Capitan Ferguson e compagni vogliono riscattare con tutte le forze il ko al primo turno della scorsa stagione e per farlo avranno bisogno di un HYPE Forum acceso più che mai dal tifo biellese. Fischio d'inizio, ore 18, domenica.

IL COACH - Così Michele Carrea inquadra il match: «Al di là della tecnica, quello che contro Montegranaro dovrà fare la differenza sarà la testa. Non potremo permetterci errori di collaborazione o di valutazione a livello difensivo. La nostra è una difesa di sistema, ma quando non riusciamo a essere efficaci di squadra non abbiamo la qualità offensiva per vincere partite ad alto punteggio, né per difendere uno contro uno. Rivali non so se giocherà ma credo che sarà della serie. Ha qualità e distribuisce al meglio responsabilità e possessi. Non è da sottovalutare il play Maspero, che fu con me a Casalpusterlengo, giovane di taglia piccola che però sta giocando a un buonissimo livello. Per quanto riguarda Amoroso, è un giocatore che gestisce molti possessi e ha una doppia dimensione. Non è scontato che lo accoppieremo con Tessitori, considerando anche che accanto a lui gioca Powell, altrettanto efficace e pericoloso sia fronte sia spalle a canestro. Non si può affidare individualmente la marcatura di giocatori con così tanta qualità. Saranno indispensabili tutti nel fare un passo in più per coprire i buchi ed evitare la coperta corta. Non so dove arriveremo, ma i miei ragazzi sono guerrieri e daranno tutto fino alla fine».