17 ottobre 2018
Aggiornato 15:30

Biella Rugby ad Alghero, in palio la Serie A

Il girone quest’anno se l’è aggiudicato Cus Milano. L'altro posto in palio sarà a disposizione di Biella e Alghero, seconda e terza squadra della lista distanti un solo punto l’una dall’altra
Biella Rugby ad Alghero, in palio la Serie A
Biella Rugby ad Alghero, in palio la Serie A (Stefano Socco | Biella Rugby)

BIELLA - Che l’ultimo turno della stagione si sarebbe giocato sullo scomodo campo di Alghero, era noto da mesi. Che Alghero e Edilnol Biella Rugby si sarebbero contesi la Serie A proprio in quegli ultimi ottanta minuti giocati sul «Maria Pia», ancora inviolato, invece non era previsto e nessun campo poteva presentarsi, sulla carta, più impervio per un appuntamento tanto importante. «Sarà la madre di tutte le partite», diceva Vittorio Musso, presidente di Edilnol Biella Rugby dopo la vittoria con Amatori & Union Milano. Non sbagliava.

Il girone quest’anno se l’è aggiudicato Cus Milano, sicura promossa alla serie superiore, l’altro posto in palio, dopo il cambio di formula, sarà a disposizione di Biella e Alghero, seconda e terza squadra della lista distanti un solo punto l’una dall’altra. Il miglior attacco e la miglior difesa del raggruppamento si metteranno a confronto, solo uno dei contendenti avrà la possibilità di scrivere una pagina di storia del proprio club.

Alla Cittadella del Rugby di Biella, tutti sono consapevoli della difficile prova. Alghero, quest’anno non ha ancora perso sul campo di casa. In precedenza, solo a Cus Torino nel campionato 2016/2017 e Parabiago nel 2014/2015, è riuscita l’impresa, ma le statistiche, come la lunga trasferta e il pubblico sardo, noto per il proprio calore, non impressionano, né scalfiscono le certezze che i coach Douglas e Birchall infondono alla squadra: si gioca per vincere.

A dirigere l’incontro è stato chiamato Matteo Liperini, arbitro dell’Eccellenza, già direttore di gara della finale di Rovigo nel 2015/2016 e a Biella nel novembre del 2016, quando Italia Emergenti vinse contro gli Heriot’s Scotland. Una garanzia per entrambe i club partecipanti alla sfida.

Calcio d’inizio alle ore 15.30.

Andrew Douglas head coach Edilnol Biella Rugby: «Le sfide come questa mi piacciono particolarmente, sono il motivo per cui giochi. Del resto, la competizione è la parte più divertente di questo sport. Auguro ai ragazzi di godersi il momento, per il resto, sanno già cosa fare. Siamo nella condizione di poter conquistare la promozione, ed è tutto sotto il nostro controllo».

Aldo Birchall scrum coach di Edilnol Biella Rugby: «Il morale in campo e in spogliatoio è molto buono. I ragazzi si sono allenati bene, quindi si andrà ad Alghero con la convinzione di disputare una bella gara. Si va per vincere. Sarà una partita a sé, dove le statistiche contano poco, conterà solo il gioco che si riuscirà ad imbastire e la disciplina per non concedere opportunità agli avversari. Il ‘fattore campo’ non conterà nulla, come abbiamo già detto, tutti i campi sono verdi, con linee e pali. La difficoltà della prossima gara sommata alla posta in palio, sono elementi che rendono gli incontri più divertenti, di certo rappresentano un grande stimolo».