18 ottobre 2018
Aggiornato 06:30

Natura, musica e magia alla Festa Celtica di Beltane

Aprirà i battenti il 18 maggio l'ormai storico evento dedicato alla cultura celtica ma soprattutto, ci tengono a precisare gli organizzatori, «al divertimento spensierato e alla natura»
Natura, musica e magia alla Festa Celtica di Beltane
Natura, musica e magia alla Festa Celtica di Beltane (LaineN - shutterstock.com)

MASSERANO - Un programma sempre più ricco e internazionale quello di un evento, ormai diventato storico per il territorio, la Festa Celtica di Beltane che è arrivata ormai alla 22ma edizione. L'appuntamento è come di consueto al Parco Arcobaleno di Masserano dal 18 al 20 maggio. Una tre giorni all'insegna della condivisione dei saperi con i tanti incontri e workshop dedicati all'antica civiltà celtica: dal tiro con l'arco, al suono del corno, alla filatura della lana, alle danze. Un'immersione nella natura che mira anche a «Ricreare un connubio sincero tra uomo e natura – come ci spiega il responsabile dell'organizzazione Ossian D'Ambrosio – vorremmo creare come sempre un sentore paganeggiante (nell'accezione di pagus, uomo del villaggio) e di ecospiritualità». Più natura e meno sistema ordinario dunque per la Festa Celtica di Beltane: «Un sistema che soprattutto in questo periodo rischia di essere alienante – continua D'Ambrosio – noi vogliamo cercare di creare un angolo di bellezza per la vita, di aggregazione in cui si possa ascoltare un po' di musica e soprattutto divertirsi in modo spensierato».

Musica, folklore e artigianato
E sembra proprio che gli organizzatori siano riusciti nel loro intento anche con il fitto programma di concerti serali che quest'anno vedranno performare tra le altre due band dall'estero e precisamente da Spagna e Francia. Non mancheranno poi i consueti momenti di folklore dedicati alla spiritualità comprese le ormai classiche Sacre Unioni Druidiche e il mercatino artigianale con quasi 40 banchi che proporrà curiosità ed artigianato tipico del periodo celtico, fantasy e magico di chiara ispirazione territoriale. In fine, la suggestiva accensione dei fuochi druidici di Beltane, da vedere almeno una volta nella vita se non si è mai partecipato alla festa.

Un evento che porta la magia a tutti
Una manifestazione, ci tengono a sottolineare gli organizzatori, davvero per tutti: «I ragazzi se vogliono divertirsi devono spesso avere molti soldi in tasca - spiega ancora D'Ambrosio - Noi, nel nostro piccolo cerchiamo di dare una buona offerta a un piccolo prezzo per permettere a tutti di partecipare nonostante le difficoltà organizzative che come sempre ci sono per un evento gestito interamente da volontari. Ci piacerebbe inoltre lanciare un messaggio per il nostro territorio: supportiamo gli eventi per i giovani che regalano un po' di magia alle persone».