10 dicembre 2018
Aggiornato 01:30

Biella Rugby, avventura giapponese per coach Douglas

Il tecnico raggiungerà il suo nuovo club a Nagoya, il Toyota Shuttles: «E’ stato un privilegio e un piacere aver allenato Biella in questa stagione»
Coach Douglas (in basso a destra) esulta con i giocatori del Biella Rugby dopo la vittoria ad Alghero
Coach Douglas (in basso a destra) esulta con i giocatori del Biella Rugby dopo la vittoria ad Alghero (Biella Rugby)

BIELLA - Subito dopo la meravigliosa vittoria, conseguita ieri da Edilnol Biella Rugby sul campo di Alghero, che è valsa la promozione alla Serie A, l’head coach Andrew Douglas, ha annunciato ai suoi ragazzi che lascerà la società per un nuovo incarico, sempre nel ruolo di allenatore, ottenuto in Giappone. Una decisione sofferta e tenuta segreta per non compromettere l’esito di una stagione intera. Un’offerta irrinunciabile, contro la quale la quale Biella Rugby non era in grado di competere.
Andrew Douglas è partito lunedì mattina, dopo la notte di festa, raggiungerà il suo nuovo club a Nagoya, il Toyota Shuttles, composto in prevalenza da atleti di altissimo livello internazionale e iscritto al campionato Japanese Top League, attualmente in ritiro pre campionato.

«Il Biella Rugby è molto dispiaciuto per la partenza di Douglas,» spiega Corrado Musso nel ruolo di direttore sportivo del club gialloverde, «sapevamo che era un allenatore di altissimo livello ed eravamo onorati di essere riusciti a portarlo a Biella. L’offerta che ha ricevuto, assolutamente allettante, gli ha fatto cambiare tutti i progetti per il futuro che prevedevano l’avvicinamento suo e della famiglia, a parenti che risiedono in Europa. Per noi Andrew è stato, è e rimarrà, un bravissimo motivatore e un grande allenatore. Un ‘pezzo da novanta’ che ringraziamo e al quale auguriamo il meglio».

Andrew Douglas: «E’ stato un privilegio e un piacere aver allenato Biella in questa stagione. E’ un gruppo di giocatori fantastico e un club che ha una visione strepitosa. Sono molto dispiaciuto di partire, ma la nuova opportunità che mi si è presentata, mi permette di assicurare un futuro economico alla mia famiglia e non potevo rinunciare. Ho davvero molto apprezzato il tempo trascorso a Biella. Questa è una società che riuscirà sicuramente a fare bene in futuro con Vittorio Musso, Aldo Birchall e Corrado Musso. Ci tengo a ringraziare il presidente del club, Vittorio Musso che mi ha dato la possibilità, credendo in me, di fare questo lavoro e di raggiungere un grande obiettivo. Ringrazio tutte le persone che fanno parte del Biella Rugby, che mi hanno sempre fatto sentire il benvenuto e mi hanno aiutato ad entrare nel gruppo. Sono impaziente di vedere come andrà il Biella Rugby nella prossima stagione di Serie A, ma sono certo che farà bene e mi auguro di tornare presto a Biella per vedere qualche partita come spettatore, seduto sulle nuove tribune».