22 agosto 2018
Aggiornato 01:00

Virtus Biella, Francesca Fonsati chiama a raccolta i tifosi

Inizia il conto alla rovescia per l'andata della semifinale playoff in programma mercoledì sera al PalaSarselli di Chiavazza contro le bergamasche dell'Almenno
Prochimica Virtus Biella, Francesca Fonsati chiama a raccolta i tifosi
Prochimica Virtus Biella, Francesca Fonsati chiama a raccolta i tifosi (Prochimica Virtus Biella)

BIELLA - Inizia il conto alla rovescia per l'andata della semifinale playoff in programma mercoledì sera al PalaSarselli di Chiavazza. In settimana la Prochimica Novarese ha affrontato un test-match a Caselle chiuso in maniera molto positiva, solo ieri sera ha poi conosciuto il nome della formazione avversaria: si tratta del Lemen di Almenno (Bergamo), squadra lombarda che nel turno preliminare ha sconfitto per 3-0 in trasferta il Pavic Romagnano, vincendo poi in casa 3-2 la partita di ritorno. Nella regular season aveva chiuso al terzo posto nel girone C di serie B2 con uno score di 19 vinte e 7 perse, dopo essere stata al comando sino alla 10ª giornata.
Nell'altra semifinale si incontreranno il Pregis Arco Riva di Trento (che ha eliminato il Gossolengo alla terza partita) e l'Ostiano, formazione cremonese qualificata, come la Virtus, direttamente alla semifinale.

Fonsati chiama a raccolta i tifosi
Francesca Fonsati, una delle grandi protagoniste di questa stagione: «Le settimane sono andate bene: abbiamo alternato momenti di riposo e momenti in cui abbiamo lavorato tanto. L'unica cosa un po' difficile è stato vedere le altre squadre che o vanno in vacanza o iniziano a giocare mentre tu sei ferma, rimanere concentrate non è mai facile. Comunque ci sentiamo pronte, anche se per i playoff non si può mai sentirsi pronte al massimo. Pur non conoscendo molto le squadre che affronteremo, se sono arrivate fin qui sono sicuramente dei gruppi uniti contro cui non sarà semplice giocare. Certamente la prima gara sarà molto insidiosa, perchè è quella in cui arrivi molto teso e devi ancora rompere il ghiaccio, quindi l'emozione può essere un'insidia nascosta. Il fattore campo sarà importantissimo, ed è il motivo per cui abbiamo sempre spinto anche nelle ultime gare di campionato. Giocare la prima in casa sarà molto emozionante e spero proprio che, nonostante la collocazione infrasettimanale, il palazzetto sarà pieno: invito tutto il nostro pubblico e le ragazze del settore giovanile, quest'anno ci hanno dato un grande spinta e abbiamo bisogno di loro anche e soprattutto in questa occasione».