17 agosto 2018
Aggiornato 18:30

Accordo Comune di Biella - EnelGas per la riasfaltatura delle strade dopo gli scavi

Saranno oggetto dei lavori di sistemazione numerose strade della città. I primi interventi già partiti nel quartiere San Paolo.

BIELLA - Subito la risistemazione a regola d'arte (e comunque in modo da evitare pericoli) dei rattoppi provvisori soprattutto in via Piave e via Tripoli, alla chiusura delle scuole riasfaltatura definitiva di via Ivrea ed entro l'autunno quella delle altre strade interessate nei mesi scorsi dagli scavi per la sostituzione delle condutture: è questo l'esito dell'incontro dei giorni scorsi tra giunta, ufficio tecnico e i rappresentanti di EnelGas, che ha fatto seguito alla lettera con cui il sindaco Marco Cavicchioli e l'assessore ai lavori pubblici Sergio Leone avevano sollecitato più attenzione alla programmazione dei lavori e soprattutto alla qualità delle riparazioni. «Abbiamo ottenuto grande attenzione» svela Leone. «E Giovanni Ferri, capo-area Nord Ovest di EnelGas, ha constatato con i suoi occhi le condizioni inaccettabili delle strade alla chiusura dei loro cantieri».

I primi interventi
Già venerdì, poche ore dopo l'incontro, gli operai dell'impresa incaricata da EnelGas hanno effettuato i primi interventi di «ricarico», come si definisce in gergo tecnico l'aggiunta e la livellatura dell'asfalto in presenza di rappezzi provvisori. Si è cominciato da via Piave, si proseguirà con l'asse di via Tripoli, l'altra strada interessata da scavi particolarmente profondi negli ultimi tempi.

I prossimi lavori
Appena saranno finite le scuole, scatterà il primo intervento definitivo: riguarda via Ivrea, dove i lavori alla rete del gas sono terminati l'autunno scorso nella carreggiata in uscita dalla città fino alla rotonda con via Rigola. Terminato il periodo di assestamento del terreno di riporto, come avviene in caso di scavi profondi, verrà rifatta l'intera pavimentazione. «Non si tratterà di un intervento sulla sola striscia oggetto dei lavori, ma sull'intera carreggiata» sottolinea Leone «Accadrà qui come nelle altre strade interessate dai cantieri, esclusa via Delleani dove nel senso di marcia non interessato dagli scavi le condizioni dell'asfalto sono ancora buone. Fa parte dell'intesa anche il fatto che il Comune interverrà con risorse proprie, dedicando parte dei 400mila euro già accantonati per le asfaltature, per lavorare accanto a EnelGas». In questo modo avranno un manto stradale nuovo e completo non solo via Ivrea e via Delleani ma anche, in rapida successione, via Sardegna e via Delle Mollie (con intervento a cura di EnelGas) e via Piave e via Tripoli, che saranno fatte a spese di palazzo Oropa a partire da settembre.