17 agosto 2018
Aggiornato 18:30

Continuano i furti ai danni di anziani nel Biellese

I tre sinti, tra cui padre e figlia, sono accusati di furti avvenuti nel Biellese, nel Vercellese e nell'Ossola.
I Carabinieri arrestano tre persone accusate di furti ad anziani
I Carabinieri arrestano tre persone accusate di furti ad anziani (ANSA)

BIELLA - I Carabinieri di Verbania hanno arrestato tre sinti residenti ad Asti. Le indagini duravano già da alcuni mesi. I tre sono accusati di aver raggirato e derubato delle persone anziane nelle province di Verbania, di Biella e di Vercelli. Uno era già in carcere per altri reati. Gli altri due sono padre e figlia. Il bottino dei tre colpi si aggira sui 50.000 euro, ma si pensa che abbiano compiuto un numero maggiore di furti.

Nel Biellese avevano raggirato un’anziana fingendosi impiegati di un’azienda elettrica ed addirittura un membro delle forze dell’ordine. Dopo essere entrati in casa dell’anziana, con la scusa che in zona stessero agendo dei truffatori, uno la distraeva e l’altro controllava ogni stanza alla ricerca di denaro o beni preziosi. Il terzo elemento della banda aspettava in auto pronto per la fuga.
I Carabinieri sono risaliti ai tre proprio grazie a segnalazioni pervenute sulla targa e sul tipo di automobile utilizzata per i furti.