18 giugno 2018
Aggiornato 01:00

«Bambini in fabbrica»: alla Fabbrica della Ruota una mostra e uno spettacolo teatrale

Si chiama «Bambini in fabbrica: i bocia di Einaudi e Gobetti», la mostra che da domenica 10 giugno racconterà il lavoro minorile nelle fabbriche biellesi tra Otto e Novecento

Alla Fabbrica della Ruota una mostra e uno spettacolo teatrale (© Franco Ramella)

BIELLA – Uno spettacolo suggestivo, una testimonianza storica importante. Domenica 10 giugno alle 16.30 alla «Fabbrica della Ruota» di Pray si inaugura la mostra «Bambini in fabbrica: i bocia di Einaudi e Gobetti», che racconta il lavoro minorile nelle fabbriche biellesi tra Otto e Novecento. Resterà aperta fino al 14 ottobre tutte le domeniche dalle 14.30 alle 18.30 (nell’ambito della Rete Museale Biellese) e gli altri giorni su appuntamento (015 766221).

Lo spettacolo
In concomitanza con l’apertura della mostra, Ars Teatrando proporrà 4 repliche dello spettacolo omonimo: sabato 9 giugno alle 20 e alle 21.30 e domenica 10 giugno alle 17.30 e alle 19. La mostra e le rappresentazioni teatrali (già proposte tra marzo e aprile presso il Polo del ’900 di Torino) sono inserite nel progetto «Diritti ai margini: il lavoro minorile dal bocia all’Italia del terzo millennio», un cantiere di ricerca storica aperto nel 2014, che negli ultimi anni si è arricchito grazie alla sinergia tra il DocBi - Centro Studi Biellesi, già produttore della prima versione, e il Centro studi Piero Gobetti di Torino, la Biblioteca Civica di Biella e l’Associazione ex Asilo Ferrua di Camandona, nonché alla collaborazione di enti diversi come l’Istituto Penale per Minorenni «Ferrante Aporti». Il progetto è realizzato grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito del Programma Polo del ‘900 e della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

La storia
Fin dal 1922 Piero Gobetti (1901-1926) chiese a Luigi Einaudi (1874-1961) di poter mettere mano ai suoi scritti del 1897 relativi agli scioperi dei tessitori biellesi per pubblicarli nel volume Le lotte del lavoro, che uscirà nel 1924. Danilo Craveia, archivista DocBi Centro Studi Biellesi, è l'autore di questo testo teatrale in cui si immagina un incontro tra Einaudi e Gobetti nell'autunno del 1923. Nello studio torinese del giovane intellettuale il dialogo genera continui e dinamici flashback: Einaudi, sollecitato dall'ex-allievo e ora suo editore, richiama alla memoria le sue esperienze biellesi del 1897, quando visitò queste zone da inviato de La stampa. Tra la gente della Vallestrona e della Valsessera il futuro Presidente della Repubblica scoprì anche il lavoro minorile, quello dei bocia biellesi impiegati nelle fabbriche tessili delle vallate . Saranno le parole e i ricordi di Einaudi a dare vita allo settacolo di A.r.s. Teatrando. E proprio le figure di Gobetti e di Einaudi del 1923 accompagneranno gli spettatori attraverso un percorso della memoria all'interno degli spazi della Fabbrica della Ruota, evocativi e teatralissimi, nonché essi stessi luoghi della memoria storica del Biellese. Costo del biglietto Euro 10,00; prenotazione obbligatoria: 3335283350.