18 giugno 2018
Aggiornato 07:30

Tutto pronto per la Giornata dell’Arte 2018

«Energia al Centro» è lo slogan dell'ormai tradizionale festival organizzato dagli studenti delle scuole superiori di Biella che quest'anno si fa più grande e si sposta in centro

Tutto pronto per la Giornata dell’Arte 2018 (© Eugenio in Via di Gioia Ufficio Stampa)

BIELLA - Prosegue la tradizione di Giornata dell’Arte, un caleidoscopio che gravita intorno all’arte declinata in tutte le sue forme: dalla musica alle arti visive, dalle performance al live painting, dalla fotografia alla scultura quest'anno in programma venerdì 8 giugno. Il festival è organizzato ogni anno da un gruppo di 40 studenti che in modo completamente volontario ed autonomo si riuniscono per nove mesi ed elaborano il progetto in tutti i suoi dettagli, curando la proposta artistica così come gli aspetti logistici, quelli economici ed amministrativi e i rapporti con le istituzioni.

Un festival per tutta la città
«Energia al Centro» è il motto di questa nuova edizione di Giornata dell’Arte 2018, che nasce dalla volontà del gruppo organizzativo di creare un festival dedicato non solo ai ragazzi ma all’intera città per condividere con l’intera comunità biellese i valori positivi che guidano il progetto.Nelle edizioni precedenti, il centro di Biella veniva coinvolto grazie al corteo che conduceva agli spazi di Fondazione Pistoletto – Cittadellarte attraversando via Italia e il quartiere di Riva. «Quest’anno vorremmo che quello di Giornata dell’Arte nel centro non fosse solo un passaggio, ma una presenza – spiegano gli organizzatori - Vorremmo che il centro fosse ospite della parte serale di Giornata dell’Arte, e quale luogo di incontro potrebbe essere meglio di Piazza Duomo? Piazza Duomo è un luogo unico nel suo genere che i biellesi hanno molto a cuore, come attesta la sua recente ristrutturazione, ma crediamo che potrebbe essere valorizzata molto di più. Giornata dell’Arte con la sua proposta artistica e culturale ed il suo vasto pubblico che conta ogni anno migliaia di partecipanti può senza dubbio fare la differenza nel processo fondamentale di riportare l’attenzione verso il centro della città e renderlo vero cuore pulsante e punto d’incontro del territorio con tutte le sue comunità».

L'evento nel dettaglio
Da qui il lungo viaggio che per nove mesi ha impegnato i ragazzi con passione nella programmazione di una giornata unica nel suo genere. La giornata verrà suddivisa in tre momenti: i luoghi deputati ad accogliere ciascuno di essi sono il centro della città, che sarà attraversato dalla parata dalle 11 alle 12.30 per giungere agli spazi di Cittadellarte - Fondazione Pistoletto; gli spazi di Fondazione Pistoletto – Cittadellarte per quanto riguarda il festival artistico, che si svolgerà dalle 12.30 alle 18.30. Il corteo, partirà come di consueto dalla Fons Vitae di via Matteotti e attraverserà via Italia, il quartiere di Riva, la costa di Riva e via Serralunga fino ad arrivare a Fondazione Pistoletto - Cittadellarte . Alla guida del corteo, la «Marciapè Street Band». Durante la giornata, gli spazi di Fondazione Pistoletto - Cittadellarte diventeranno sede di tre palchi dedicati a live band, dj e rapper; uno spazio allestito per l’esposizione di opere d’arte di artisti visivi, fotografi, scultori; una sala dedicata alla mostra «Così come siamo. Un mondo imperfetto, ma pieno di bellezza» gentilmente concessa da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in qualità di main sponsor dell’evento e realizzata dagli artisti biellesi Damiano Andreotti e Daniele Basso in collaborazione con il gruppo di studenti dell’I.I.S. «E. Bona», «Gli Smascherati»; uno spazio dedicato al live painting e alla street art; vari stand per la ristorazione gestiti da esercizi biellesi e torinesi.

Il grande concerto finale
Piazza Duomo invece ospiterà l’evento serale che vedrà protagonista la band torinese Eugenio in Via di Gioia, amatissima dai giovani di tutta Italia. La serata in Piazza Duomo, è la vera novità del festival. Ad aprire la serata, I «Gassman», band biellese che colleziona un successo dietro l’altro ed ha appena concluso una straordinaria campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Music Raiser per realizzare il suo nuovo album in uscita prossimamente. Al centro dell’attenzione, il concerto di musica live della band torinese «Eugenio in Via di Gioia» (Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo Di Gioia e Lorenzo Federici), che sarà ospite di Giornata dell’Arte grazie alla preziosa collaborazione il Reload Sound Festival. Una band che da diversi anni miete successi in giro per l'Italia: nel 2013 al Festival Sotto il cielo di Fred vincono il premio della critica, inoltre partecipano al Reset Festival e al Concorso ADMO. Nel 2014 pubblicano il primo album «Lorenzo Federici» per LibellulaMusic, che si aggiudica il primo posto come Rivelazione Live 2014/2015 nella classifica di KeepOn, e gli conferisce il titolo di di Artista della settimana su MTV Generation con il videoclip «Non Ancora». Lo stesso videoclip nel 2015 gli frutta la selezione nella prestigiosa classifica «The Year in Vevo» per la sezione Vevo Vision Award. Nel 2017 esce il secondo album «Tutti su per terra» per LibellulaMusic, che scala le classifiche di Spotify con i suoi singoli guadagnandosi il primo, il secondo e il terzo posto per numero di ascolti. «Chiodo Fisso» è il primo singolo estratto da «Tutti su per terra». Con il loro approccio semplice e spontaneo, gli Eugenio in Via di Gioia a febbraio 2018 fanno il giro d’Italia sul web tramite un video che li ritrae intenti a intrattenere con un concerto improvvisato i passeggeri di un treno bloccato per maltempo. Come scrivono sul loro canale YouTube: «Troverete un sacco di cose colorate e simpatiche, tanta musica, un paio di risate, un mucchio di luoghi comuni e un po' di fantasia». Dopo il live, la festa continua con il dj setche terranno viva la Piazza fino alle 2 di sabato 9. Ciliegina sulla torta, i vari stand per la ristorazione gestiti da esercizi biellesi e torinesi come Hemingway, Accademia del Panino, Birrificio Un Terzo e 13900 Cocktail Bar.