Cronaca | Rifiuti

Biella, la raccolta degli abiti usati affidata nuovamente a «Humana people to people»

L’organizzazione umanitaria, già presente dal 2015 sul territorio, vince la gara per il servizio di raccolta di indumenti usati fino al 2022. In accordo con Cosrab, Humana ha riconfermato e ampliato la sua presenza

Biella, la raccolta degli abiti usati affidata nuovamente a «Humana people to peolple»
Biella, la raccolta degli abiti usati affidata nuovamente a «Humana people to peolple» (Cosrab)

BIELLA – «Humana people to peolple Italia» si aggiudica il servizio di raccolta e avvio al recupero di abiti e scarpe usati nella Provincia di Biella. L’organizzazione, già presente dal 2015 sul territorio in accordo con Cosrab, ha riconfermato e ampliato la sua presenza vincendo il bando di gara pubblica indetto dal Consorzio Smaltimento Rifiuti Area Biellese, gestore dell’intera Provincia di Biella. La convenzione stipulata prevede lo svolgimento del servizio fino al 31 dicembre 2022. La notizia è stata diffusa durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina presso la sede dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Biella.

Importanti risultati
Donare i propri abiti usati a Humana è un atto che contribuisce a importanti risultati dal punto di vista sociale e ambientale. Nel 2017 Humana ha realizzato 41 progetti nel Sud del mondo, investendo circa 1,5 milioni di euro. Inoltre, grazie alla vendita degli indumenti usati donati negli oltre 160 contenitori gialli presenti sul territorio biellese, Humana sostiene attività sociali a livello locale. In particolare, nel 2018 destinerà un contributo di 14 mila euro a favore della mensa Caritas della città di Biella. Inoltre, l’organizzazione internazionale ha inserito nel suo staff per l’attività di raccolta due persone precedentemente impegnate nella cooperativa locale Il Cammino. Nel 2017, nella Provincia di Biella, sono stati raccolti da Humana oltre 148 mila chili di abiti e scarpe usati. Un dato di rilievo, in costante crescita negli anni recenti, che dà misura della generosità dei cittadini, che con un semplice gesto hanno scelto di supportare i progetti sociali dell’organizzazione. «Siamo felici per la fiducia accordata e per il conferimento a Humana dell’incarico di gestire la raccolta e l’avvio al recupero degli abiti usati nella Provincia di Biella. L’aspetto che più ci gratifica è il riconoscimento della professionalità e della trasparenza che caratterizza il nostro operato e il nostro impegno nel supportare progetti di sviluppo nel Sud del Mondo e azioni solidali a livello locale. Ringraziamo i cittadini biellesi per la grande generosità sempre dimostrata e siamo certi che contribuiranno sempre più portando i propri abiti usati presso i punti di raccolta distribuiti sul territorio» spiega la Presidente di Humana People to People Italia, Karina Bolin.

Dagli abiti usati un ritorno economico
Cosrab valuta positivamente l’affidamento a «Humana People to People» del servizio di raccolta e avvio a recupero della frazione tessile per tutto il bacino provinciale e ciò in ragione della grande esperienza maturata in questi anni da Humana in questa tipologia di attività, essendo la medesima società tra i maggiori operatori nazionali del settore. Apprezziamo inoltre molto i tanti progetti a valenza sociale realizzati da Humana nel Sud del mondo. Il nuovo servizio di «Humana People to People» Italia finanzia e realizza progetti nel Sud del mondo e contribuisce alla tutela dell’ambiente. La raccolta degli abiti usati consentirà per di più a Cosrab di ottenere un ritorno economico, mancato negli anni passati, che permetterà al Consorzio, in accordo con l’assemblea consortile, di destinare i contributi incassati ad attività sociali da realizzare nel nostro territorio provinciale, come il già deciso versamento di un contributo economico alla mensa Caritas della città di Biella– dichiara Michele Lerro, Presidente di Cosrab. «Siamo felici di continuare questo percorso con HUMANA People to People Italia che offre un servizio importante ai cittadini: grazie, infatti, al recupero degli indumenti e dei tessili che vengono donati nei contenitori, si genera non solo un valore economico che ritorna alla comunità attraverso attività sociali, ma anche importanti benefici a livello ambientale» dichiara Diego Presa, Assessore all’Ambiente del Comune di Biella.