20 agosto 2018
Aggiornato 22:00

Gli studenti dell’IIS Q. Sella di Biella in ospedale e al dipartimento di prevenzione

Da Giugno a Settembre 23 allievi frequenteranno alcuni reparti in qualità di osservatori grazie all'alternanza scuola – lavoro
Gli studenti dell’IIS Q. Sella di Biella in ospedale e al dipartimento di prevenzione
Gli studenti dell’IIS Q. Sella di Biella in ospedale e al dipartimento di prevenzione (Asl Biella)

BIELLA - Orientare i percorsi di crescita culturale degli studenti con tirocini su misura che tengono conto del proprio piano di studio. È una sinergia consolidata quella tra l’Asl di Biella e l’IIS Q. Sella di Biella. Dal 4 giugno i giovani studenti -  appartenenti alle quarte classi con indirizzo chimica biotecnologie sanitarie (istituto tecnico) e scienze applicate (liceo scientifico) – frequenteranno diversi reparti dell’ospedale e il dipartimento di prevenzione dell’Asl Bi in qualità di osservatori.

Il percorso formativo
Un percorso di condivisione di saperi e conoscenze tra il mondo della scuola e quello dell’Asl, iniziato già nel 2001 e che oggi si concretizza con il modello dell’alternanza scuola lavoro. 23 in tutto gli allievi coinvolti, di cui 9 provengono dal liceo scientifico con indirizzo scienze applicate. Un ambito di studio, quest’ultimo, inserito quest’anno e non previsto in passato: dimostrazione di un entusiasmo diffuso che molti studenti manifestano nei confronti del mondo della sanità. I ragazzi si alterneranno per tre settimane ciascuno, con un calendario già definito, all’interno dei reparti di: laboratorio analisi, dipartimento di prevenzione, centro trasfusionale, farmacia e unità di prevenzione rischio infettivo.

Un'esperienza importante
«La collaborazione con l’IIS Q. Sella – ha sottolineato la direttrice della direzione professioni sanitarie Antonella Croso – è iniziata già nel vecchio ospedale, con una modalità costruita nel tempo per favorire l’integrazione dei giovani che più erano interessati a questo mondo e che grazie a tale esperienza possono portare a casa un bagaglio di conoscenze importanti». «Molti dei nostri studenti che scelgono di effettuare gli stage in ospedale – afferma la prof.ssa Maria Luisa Martinelli che coordina il progetto per l’IIS Q. Sella – spesso optano per corsi di studio universitari in ambito sanitario. È un settore che molti di loro apprezzano e verso il quale mostrano un grande interesse». I ragazzi concluderanno gli stage a Settembre e durante il periodo in Asl Bi avranno un tutor di riferimento.