17 agosto 2018
Aggiornato 18:30

Rete Museale: terzo appuntamento con «Suoni in movimento»

La rassegna musicale farà tappa al Museo del Territorio di Biella. In programma il concerto per pianoforte di Pierluigi Camicia
Rete Museale: terzo appuntamento con «Suoni in movimento»
Rete Museale: terzo appuntamento con «Suoni in movimento» (Nisi)

BIELLA - Terzo appuntamento per la rinnovata rassegna nelle sedi museali biellesi, prosegue il Percorso Figurativo facendo tappa al Museo del Territorio di Biella sede di un percorso espositivo che testimonia a partire dal XII secolo l’evoluzione della cultura figurativa e del gusto collezionistico locale dove immersi nella bellezza dell’esposizione permanente possiamo immaginare Eugene Delacroix mentre ritrae Chopin nel suo studio dove il grande pianista e compositore aveva fatto trasportare il pianoforte per essere ritratto. Eugène Delacroix (1798-1863) fu il pittore e incisore francese che più di ogni altro ha interpretato il romanticismo in Francia Delacroix dipinse numerosi autoritratti e un certo numero di ritratti che sembrano essere stati realizzati per puro piacere, tra i quali quello del barone Schwiter, un piccolo olio che ritrae il violinista Niccolò Paganini e un doppio ritratto dei suoi due amici, il compositore Frédéric Chopin (1838, Louvre - che descrisse come "l'artista più vero che avessi mai incontrato") e la scrittrice George Sand; il quadro fu tagliato in due dopo la sua morte ma i due ritratti sopravvivono singolarmente.

Il concerto
Domenica 17 giugno alle 17 al Museo del Territorio si terrà il concerto «L’amicizia tra Chopin e il celebre pittore Eugene Delacroix» con Pierluigi Camicia – pianoforte. Sarà possibile ascoltate Frédéric Chopin (1810 – 1849): Quattro Mazurke op.30, le quattro Ballate, Nr. 1 op. 23 in Sol minore, Nr. 2 op.38 in Fa magg/La minore, Nr. Op.47 in Lab Maggiore, Nr. 4 op.52 in Fa minore. Polonaise-Fantasie op.61 in Lab Maggiore. Scherzo nr.2 op.31

L’artista
Pierluigi Camicia è pianista nato: e pur il prestigio interpretativo e tecnico sono stati acquisiti e maturati da precocissima frequentazione dello strumento, all'alta scuola di insigni maestri (Agosti, Caporali, Badura Skoda). Inizia la carriera concertistica sulla scia di premi conseguiti in Concorsi Nazionali (Treviso) e Internazionali di grande prestigio, (Busoni, Ciani, Chopin) e con l'ammirazione e la stima di artisti quali Rostropovitch, Ferrara, Ciccolini.I suoi recitals in Europa (Germania Polonia e Svizzera) e negli Stati Uniti d'America (Salt Lake, Cleveland, Akron, Los Angeles, Fresno, etc) riportano sempre ampi consensi di critica e di pubblico. Particolare attenzione rivolge a repertori inusuali, in collaborazione anche con solisti e direttori di fama (Ferro, Friedman, Haronovitch, Biscardi, Gusella) e con orchestre europee e americane; e insieme con Michael Flaksman, Ruggiero Ricci, Angelo Persichilli, Felix Ayo, Nina Beilina l'attività cameristica diventa occasione di proposte musicali poliedriche e affascinanti. Collabora con cantanti di prestigio quali Ricciarelli, Devia, Colaianni in recital liederistici e lirici e sovente con vocalist quali Antonella Ruggiero e Mariella Nava.Titolare di cattedra al Conservatorio Nazionale Piccinni di Bari dal '73, chiamatovi dall'allora Direttore Nino Rota, Pierluigi Camicia è maestro di una schiera di talenti già alla ribalta del concertismo internazionale. Ha inciso musiche di Chopin, Giuliani, Rota, Grieg, Brahms, Franck, Faurè e Van Westerhout per la Farelive, la Abegg e Bongiovanni . E’ stato Direttore Artistico dell’Associazione AUDITORIUM di Castellana Grotte dalla sua fondazione, nel 1974, Associazione che produce e organizza concerti cameristici e sinfonici e opere liriche, anche in forma di Teatrodanza, operine per ragazzi, rappresentate in molti teatri italiani (Belli a Spoleto, Ragusa, Siracusa, Catania). Nel 2002 e 2003 dirige artisticamente il «Talos Jazz Festival» a Ruvo di Puglia, uno dei più importanti Festival Jazz Italiani, ospitando artisti quali Giorgio Gaslini, Uri Caine, John Taylor e altri famosi interpreti italiani e stranieri. Dal 2003 è Direttore Artistico della Camerata Musicale Salentina di Lecce, la più importante Associazione Musicale del Salento.Tiene Masterclasses di pianoforte e musica da camera per Università in Usa (BWYU - Provo - UTAH, CSUF - Fresno - CALIFORNIA, WESLEYAN COLLEGE - Macon - GEORGIA, etc.) e in Hochschule in Germania, Francia, Croatia, Polonia. Ha suonato per importanti Teatri, Orchestre e Associazioni concertistiche in Italia e all’estero, tra cui La Scala a Milano, la Carnegie Hall a New York, l’Oriental Art center a Shanghai, il Teatro Verdi a Trieste, L'Ente Lirico Sinfonico a Cagliari, il Bellini di Catania, La Fenice di Venezia, il Teatro Petruzzelli a Bari, e regolarmente in Germania, Spagna, Francia, Polonia. Ha ricevuto nel 2000 il Premio per la Musica "NELO FRENI». Nel 2007 è stato nominato, dal Ministro per l’Università, «per meritata fama» Direttore del Conservatorio Tito Schipa di Lecce.