17 giugno 2018
Aggiornato 23:30
Sport | Fondi privati

Sport: aperto il bando «Far crescere lo sport che fa crescere»

Si concluderà il prossimo 31 luglio il nuovo bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella dedicato al mondo dello sport giovanile biellese

Sport: aperto il bando «Far crescere lo sport che fa crescere» (© FabrikaSimf - shutterstock.com)

BIELLA - Si è aperto il 1 giugno e si concluderà il prossimo 31 luglio il nuovo bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella dedicato al mondo dello sport giovanile. Intitolato «Far crescere lo sport che fa crescere». Il bando intende sostenere le attività sportive e i progetti per l'anno sportivo 2018/2019 ed opera nei settori Attività sportiva e Crescita e Formazione Giovanile. Si tratta di due ambiti d’azione affini e molto importanti per la Fondazione dal momento che una corretta crescita dei ragazzi ha nello sport e nelle pratiche salutari di alimentazione e stile di vita un alleato fondamentale.

Le modalità di partecipazione
Le associazioni biellesi interessate a partecipare avranno due mesi a disposizione; tutte le domande dovranno infatti essere presentate entro e non oltre le 16 del 31 luglio, un appuntamento molto importante in quanto non sono previste altre scadenze nel corso dell'anno. «Come sempre i bandi della Fondazione si rivolgono a soggetti organizzati e formalmente costituiti per atto pubblico, per scrittura autenticata o per scrittura privata registrata e devono operare nei settori di intervento della Fondazione. – spiega il Segretario Generale Mario Ciabattini - Sono destinatari del presente bando Enti pubblici, Enti religiosi/ecclesiastici, Associazioni, Fondazioni ed altri Enti senza scopo di lucro il cui ambito di intervento coincida con il territorio biellese».

Gli obiettivi
Obiettivo del bando contribuire alla corretta crescita dei giovani in particolare nella fascia d’età 4 – 14 anni con progetti finalizzati alla promozione e valorizzazione della pratica sportiva privilegiando in particolare iniziative che valorizzano lo sport come elemento per prevenire l'aggravarsi di forme di marginalità e disagio sociale giovanile e per facilitare una più elevata inclusione ed integrazione promuovendo la diffusione della cultura, dell'accoglienza, del rispetto e della solidarietà. In particolare verranno sostenuti i progetti che promuovono la crescita della cultura basata sul rifiuto della violenza e dell'intolleranza e un approccio allo sport che privilegi i valori del rispetto e della solidarietà così come quelli che privilegiano lo sport come fattore di aggregazione sociale ed alternativa ad una vita sedentaria. Ulteriore finalità del bando è infine quella di favorire la partecipazione di bambini e giovani che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport, anche con riferimento a soggetti con disabilità e/o minori provenienti da contesti famigliari in condizione di disagio sociale. II contributo massimo erogabile per le richieste non potrà essere superiore a 6 mila euro. Come sempre gli uffici della Fondazione saranno a disposizione per ulteriori informazioni in merito alle modalità di compilazione delle domande.