15 novembre 2018
Aggiornato 15:40

Ecco come preparare un buon Palpiton

Un dolce della tradizione, un bell'esempio della maestria dei tempi passati nel recuperare ingredienti creando piatti gustosi. Ecco la ricetta tradizionale
Le ricette di una volta, ecco come preparare un buon Palpiton
Le ricette di una volta, ecco come preparare un buon Palpiton (vkuslandia - shutterstock.com)

BIELLA - La torta Palpiton è una specialità di Mongrando, un chiaro esempio della maestria di un tempo nel creare piatti sorprendenti con pochi e poveri ingredienti di recupero. Il dolce è a base di pane raffermo ed è ormai prodotto quasi esclusivamente a livello famigliare oppure da poche pasticcerie del biellese e in alcune sagre paesane. Si tratta di una torta non lievitata dalla caratteristica colorazione molto scura che veniva originariamente cotta nei forni a legna  e poi distribuita durante i giorni di festa. Come è solito per le preparazioni antiche la ricetta della torta palpiton varia di famiglia in famiglia ma ciò che accomuna le differenti varianti è un’ingrediente molto particolare ed insolito:il Fernet. Insolita soprattutto per il mondo rurale biellese che è sempre stato molto chiuso ed è quasi inspiegabile come la celebre ricetta ideata da un medico svedese intorno alla metà XVIII e poi prodotta nel 1845 a Milano dai fratelli Branca su scala industriale sia (all’epoca) arrivata fin quassù. Sicuramente il Fernet è però l’ingrediente principe, quello insomma in grado di conferirgli il particolare aroma.

Gli ingredienti
Ecco come si prepara un Palpiton a regola d'arte.
Ingredienti:
100 grammi di pane raffermo
200 grammi di amaretti
100 grammi di uvetta sultanina
1 cucchiaio di cacao amaro
150 grammi di zucchero semolato
30 grammi di burro
1 chilo di pere non troppo mature
4 uova
3 cucchiai di liquore Fernet
latte q.b.

Il procedimento
Mettete in ammollo in acqua calda l’uvetta; tagliate il pane a pezzetti, ricopritelo con il latte e frullate gli amaretti. Sbucciate le pere e tagliatele a fettine sottili; mettetele in una padella con il burro e lo zucchero. Fatele cuocere a fuoco alto, finché si saranno asciugate bene e lasciatele raffreddare. Dividete i tuorli dagli albumi che monterete a neve; Mescolate i tuorli con le pere raffreddate, il pane strizzato dal latte, gli amaretti ridotti in farina, l’uvetta strizzata dall’acqua, il cacao e il liquore. Mescolate bene e aggiungete gli albumi montati a neve. Imburrate una tortiera con cerniera e versate il composto; fate cuocere in forno già caldo a 180° per 50 minuti.