9 dicembre 2019
Aggiornato 16:30
Cronaca

Lite degenera  al centro rifugiati di Cossato: tutta colpa della candeggina

Si è, in seguito, scoperto che il nigeriano la candeggina l'aveva presa perché voleva semplicemente lavare la sua biancheria
Lite al centro rifugiati di Cossato
Lite al centro rifugiati di Cossato Shutterstock

COSSATO - Ennesimo intervento dei carabinieri al centro rifugiati di via Pajetta, a Cossato, per un diverbio scoppiato tra un nigeriano di 34 anni e il responsabile di 57. Il primo, senza chiedere il permesso, aveva preso un fustino di candeggina e lo aveva portato in camera. Scoperto, si è inalberato a tal punto che il 57enne, nel timore che potesse causare danni a se stesso o alle cose, si è visto costretto a rivolgersi all'Arma. Solo alla vista delle divise, gli animi si sono calmati. Si è, in seguito, scoperto che il nigeriano la candeggina l'aveva presa perchè voleva semplicemente lavare la sua biancheria.