2 giugno 2020
Aggiornato 18:00
Eventi

Uib: «Sfidiamo il futuro» con la blockchain

Giovedì 5 luglio il secondo incontro su imprenditoria e tecnologia organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale

BIELLA - Dopo il grande interesse suscitato dal primo incontro sull’intelligenza artificiale, torna «Sfidiamo il futuro», iniziativa del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese per conoscere quali sono le frontiere tecnologiche dei nuovi strumenti a disposizione e come possono intervenire per migliorare l’organizzazione aziendale e la competitività dell’impresa. Il secondo incontro, organizzato per il 5 luglio alle 18.30 a Palazzo Gromo Losa, è focalizzato su «Blockchain per le imprese. La tecnologia resa famosa per aver dato vita alle criptovalute diventa un alleato dell’organizzazione aziendale».

Sviluppare il business grazie alla tecnologia
«Potersi confrontare sulle possibilità di sviluppo del business attraverso la tecnologia è un’opportunità preziosa – commenta Francesco Ferraris, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese – e lo è ancora di più per chi fa impresa, perché è possibile avere una visione più chiara del futuro dal punto di vista strategico e, soprattutto, poter dialogare con esperti del settore e con i propri colleghi. Per questa ragione 'Sfidiamo il Futuro' è stato ideato insieme al Gruppo Giovani con attenzione particolare alle esigenze degli imprenditori, che invitiamo a partecipare con interesse e curiosità».

Cos'è la blockchain
Blockchain significa letteralmente catena di blocchi. E’ un database condiviso, aperto, trasparente, decentralizzato, incorruttibile e criptato. Si tratta di uno strumento potente che può essere applicato in azienda ad esempio per la trasmissione di dati sensibili o la gestione della contrattualistica e dell’identità digitale, in generale può intervenire nella gestione di transazioni nell’organizzazione aziendale. A prospettare le applicazioni in azienda della blockchain saranno Francesca Benati (ad Amadeus Italia), Massimo Morbiato (fondatore e ad Agriopendata), Aurelio Ravarini (Docente Scuola di Ingegneria Industriale LIUC) e Marco Coda(Cryptocurrency specialist Gruppo Sella). Modera Giulia Cimpanelli, giornalista del Corriere della Sera.