26 settembre 2018
Aggiornato 06:30

A folle velocità in pieno centro storico a Biella: scatta l'inseguimento

Protagonista un 41enne che già in passato si era messo al volante ubriaco ed era stato condannato
Incrocio via Dante via Italia
Incrocio via Dante via Italia (Elena Giacchero)

BIELLA - Un 41enne di Biella è stato denunciato, e non è la prima volta, dalla Polizia, per essersi rifiutato di sottoporsi all'alcoltest. Era l'una di questa notte, martedì 10 luglio, quando una Volante, impegnata in un servizio di controllo sul territorio, ha visto sfrecciare a elevata velocità una Toyota Rav 4 lungo via Dante Alighieri, nel centro storico cittadino.

SCATTATA LA DENUNCIA - Gli agenti hanno immediatamente seguito il mezzo, lampeggiando più volte per convincere il conducente a fermarsi. Un inseguimento durato qualche centinaio di metri, per concludersi sotto casa del 41enne, che si è giustificato dicendo di non essersi accorto di nulla, tanto è che aveva parcheggiato il mezzo in tutta tranquillità. Peccato che mostrasse, sceso dal veicolo, i chiari segni di un'alterazione psico-fisica dovuta all'assunzione di alcolici. Ma non finisce qui. Dagli accertamenti è emerso che, nel passato, era stato condannato due volte: la prima sempre per rifiuto di sottoporsi ad alcoltest e la seconda per guida in stato di ebbrezza. Oltre alla denuncia, adesso il mezzo gli è stato posto sotto sequestro.