Cronaca | Pubblica amministrazione

Tariffa rifiuti, torna il fondo di solidarietà

Le domande per rendere più leggera la bolletta dello smaltimento dovrà pervenire agli uffici Seab entro il 31 luglio. Ecco come fare

Tariffa rifiuti, torna il fondo di solidarietà
Tariffa rifiuti, torna il fondo di solidarietà (degetzica - shutterstock.com)

BIELLA - Torna anche quest'anno il fondo di solidarietà per la tariffa rifiuti che, nel 2017, rese più leggera la bolletta a 240 famiglie in difficoltà economiche. Il Comune aveva stanziato 119.037,37 euro l'anno scorso, l'ammontare del risparmio per i minori costi di gestione ricalcolati da Seab. Di questa somma sono stati utilizzati 63.224,94 euro. La giunta ha stabilito con una delibera di mettere a disposizione i restanti 55.812,43 euro per i contributi di chi presenterà domanda. Per fare richiesta, direttamente agli uffici Seab di viale Roma, c'è tempo fino al 31 luglio.

I requisiti
I requisiti sono leggermente diversi rispetto a quelli dell'anno scorso, «per privilegiare le famiglie numerose» come spiega l'assessore all'ambiente Diego Presa. Due sono le fasce di reddito previste come requisito di base: un Isee pari o inferiore a 7mila euro per le famiglie fino a cinque componenti e pari o inferiore a 8mila europer quelle da almeno sei componenti. L'altro requisito fondamentale è essere in regola con i pagamenti degli anni passati. Il contributo non sarà erogato direttamente ma comparirà sotto forma di sconto in bolletta.

Un aiuto per 240 famiglie
Nel 2017, sulla tariffa del 2016, 240 famiglie hanno avuto accesso al sostegno, «un dato in linea con quello che ci aspettavamo - sottolinea Presa - dopo aver guardato le cifre sui redditi in città. Rispetto all'anno scorso, sappiamo dalle nostre statistiche che è aumentato il numero di famiglie la cui bolletta è inferiore a 250 euro annui. Insieme al nostro contributo, è certamente aumentata anche la sostenibilità di questo costo».