16 dicembre 2018
Aggiornato 12:30

Milano Unica, alto gradimento per un'edizione all'insegna di innovazione e sostenibilità

La Fiera di Milano si conferma strumento al servizio di tutta la filiera del Made in Italy. Conferme importanti sono arrivate da alcuni mercati internazionali strategici
Milano Unica, alto gradimento per un'edizione all'insegna di innovazione e sostenibilità
Milano Unica, alto gradimento per un'edizione all'insegna di innovazione e sostenibilità (Milano Unica Ufficio Stampa)

BIELLA - «Alto gradimento per un’edizione all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità. Milano Unica si conferma strumento al servizio di tutta la filiera del Made in Italy. Conferme importanti sono arrivate da alcuni mercati internazionali strategici» spiega Ercole Botto Poala. La 27ª edizione di Milano Unica, Salone Italiano del Tessile e Accessori, che si è tenuta dal 10 al 12 Luglio, ha registrato la presenza di circa 6 mila aziende che hanno preso visione delle collezioni dell’alto di gamma per la stagione Autunno/Inverno 2019/2020.

I linea con il 2017
Un risultato in linea con quello dell’edizione di Luglio 2017, nonostante la diminuzione delle presenze italiane, ma di peso specifico commerciale più interessante confermato dalla generale soddisfazione degli espositori. Da sottolineare la crescita delle presenze internazionali provenienti, soprattutto, da: Paesi Bassi (20%), Stati Uniti (+9%), Giappone (+6%), Cina (+5%), Francia (+3%), Germania (+3%), mentre registrano un lieve calo le presenze di Aziende italiane.

I numeri
La 27ª edizione di Milano Unica, resa possibile dall’importante sostegno del Ministero delle Sviluppo Economico e dal suo braccio operativo Agenzia ICE, ha visto la partecipazione di 475 Aziende espositrici (+4% rispetto a Luglio 2017), a cui si sono aggiunte 132 Aziende degli Osservatori Giappone e Corea e di Origin Passion and Beliefs, il Salone dedicato ai fornitori di prodotti artigianali semilavorati e non del ‘Made in Italy’ di qualità, promosso da IEG, che hanno portato a 607 il numero complessivo di espositori.

La tavola rotonda di apertura
Ad aprire questa edizione, una tavola rotonda che ha fatto il punto sull’impegno dei diversi protagonisti della filiera del Tessile Abbigliamento su un tema da tutti i partecipanti indicato come strategico e distintivo del made in Italy: la sostenibilità. Coordinati dalla giornalista del Corriere della Sera Maria Silvia Sacchi sono intervenuti: Ercole Botto Poala, Presidente di Milano Unica, Andrea Crespi, Presidente Comitato Sostenibilità di Sistema Moda Italia, Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, e Marino Vago, Presidente di Sistema Moda Italia.

In leggero calo gli italiani
«Il leggero calo di presenze italiane che abbiamo registrato è sicuramente dovuto ai criteri di invito più stringenti che abbiamo adottato, a tutela della qualità dei nostri interlocutori. La soddisfacente partecipazione di buyer internazionali, assieme alla crescita degli espositori, ha definitivamente consolidato la scelta dell’anticipo a Luglio - ha commentato il Presidente di Milano Unica, Ercole Botto Poala -. Mi preme, innanzi tutto, sottolineare il compiacimento degli espositori di tessuti e accessori per la donna che, nelle ultime edizioni, hanno concorso a definire un riequilibrio dell’offerta della nostra fiera».

Innovazione e futuro
«Oltre al successo del momento commerciale - ha aggiunto Ercole Botto Poala -, abbiamo saputo caratterizzarci anche per l’innovazione delle proposte legate alla visione del nostro futuro, a partire dal tema della sostenibilità. Una sfida che, come ho ricordato in occasione della tavola rotonda di apertura, riguarda non solo il tempo a venire del pianeta, ma anche le possibilità di crescita della nostra industria. Abbiamo, come è stato detto, un vantaggio competitivo temporale significativo sui nostri competitor, determinato dal fatto che siamo gli unici ad avere ancora l’intera filiera, che, a differenza di altri, ci consente non solo di parlare di qualità e sostenibilità nei convegni, ma di concretizzarla in tutti i segmenti della catena industriale. Un vantaggio, però, che possiamo e dobbiamo ulteriormente rafforzare, investendo e facendo meglio sistema, come peraltro ci indica il percorso avviato da Camera Nazionale della Moda Italiana e Sistema Moda Italia».

Qualità e sfide da superare
«Il generale gradimento manifestato sia dagli espositori, sia dai buyer per la qualità dell’offerta espositiva e di servizio messa in campo, ci dice che il nostro, peculiare posizionamento, nell’offerta delle fiere internazionali del tessile, sia un dato ormai consolidato - ha sostenuto Massimo Mosiello, Direttore Generale di Milano Unica, alla guida operativa della manifestazione tessile-accessori sin dalla prima edizione –, anche se non va mai dato per scontato. Ho però la fortuna di poter contare su una squadra sperimentata che non teme le sfide e i cambiamenti che comportano. Milano Unica, inoltre, sa di poter sempre contare sul supporto di Agenzia ICE che anche in questa occasione ha assicurato un sostanziale sostegno, oltre ad assicurare la presenza di un’importante delegazione di buyer provenienti da Usa, Giappone, Cina e Corea, oltre al tradizionale coinvolgimento di una qualificata rappresentanza della stampa specializzata internazionale».

La creatività al centro
«Vogliamo infine sottolineare - hanno concluso Ercole Botto Poala e Massimo Mosiello rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Milano Unica - il coinvolgente successo dell’evento ‘ON Tour’, la serata di gala di Milano Unica, giunta alla terza edizione, che mette al centro la creatività italiana, il saper fare tessile, il buon gusto, lo stile sartoriale, dedicata in questa edizione al Piemonte e ai 40 anni di Ideabiella».
«L’edizione appena conclusa ha confermato Origin Passion and Beliefs come salone di riferimento per la manifattura italiana al servizio della filiera della moda – ha commentato Marco Carniello, Direttore della divisione Fashion and Jewellery di IEG, Italian Exhibition Group – Un ruolo particolarmente rafforzato quest’anno dalla partecipazione attiva delle associazioni di categoria e di partner di prestigio quali Agenzia ICE, Confartigianato, CNA Federmoda, Expo Modena, Calicantus, che hanno sostenuto la manifestazione con appuntamenti e incontri dedicati ai temi di maggior attualità e interesse per il settore». Milano Unica rivolge un particolare ringraziamento al Ministero dello Sviluppo Economico, all’Agenzia ICE, a Sistema Moda Italia e al Comune di Milano ed esprime la propria riconoscenza a Banca Sella, sponsor di prestigio che supporta la manifestazione da anni.