23 settembre 2019
Aggiornato 02:30
Famiglia

Mongrando: «Bonus famiglie-bebč» per i nati nel 2017

200 euro in piů alle famiglie che li riceveranno caricati su una carta apposita utilizzabile nei negozi convenzionati del territorio del paese

BIELLA - La sala consiliare del Comune di Mongrando ha ospitato martedì 17 Luglio, alle 20, le 11 giovani famiglie dei bambini nati nel 2017. Occasione dell'incontro tra amministratori e cittadini è stata la consegna del cosiddetto «Bonus famiglie-bebè», fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Antonio Filoni. E’ stata la Vice Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali Avv. Gloria Trione, con la presenza del presidente di Ascom Novaretti, a consegnare materialmente alle famiglie presenti la card ricaricabile fornita da Ascom e contenente la prima tranche dei 200 euro previsti per il bonus.

Un aiuto concreto alle famiglie
«Si tratta di un contributo che l'Amministrazione mette a disposizione dei bambini nati nel 2017 - ha spiegato il vice sindaco Avv. Gloria Trione - Il contributo totale ammonta ad 200 euro complessivi, suddivisi in due tranche: la prima, del valore di 100 euro è stata consegnata stasera (martedì sera, ndr), la seconda, invece, verrà caricata sulla card nel mese di novembre».

Un contributo da spendere sul territorio
«L'idea del bonus è nata due anni fa dalla collaborazione tra Assessorato ai Servizi Sociali ed Assessorato al Commericio - ha ricordato l'assessore Trione – Volevamo dare alle famiglie un aiuto concreto, spendibile subito. La caratteristica della carta che abbiamo scelto, ci permette, inoltre, di mantenere questi soldi sul territorio del paese, perché è utilizzabile nei negozi convenzionati del territorio di Mongrando. Il contributo può essere utilizzato come una specie di bancomat, ma solo per le spese legate al fabbisogno della famiglia del piccolo. Facendo parte del circuito, possiamo verificare che i soldi siano stati spesi correttamente. Il bonus pertanto ha in sé un doppio valore: il primo è di dare un contributo a 360°alle famiglie dei nuovi nati ed il secondo di contribuire a combattere la desertificazione delle attività commerciali del Paese».