19 giugno 2021
Aggiornato 12:00
Arte

Al Museo del Territorio la visita guidata alla mostra «Giuseppe Bozzalla. Appunti di viaggio»

Appuntamento con l'arte per un viaggio alla scoperta dell’artista piemontese tra i suoi disegni, le sue opere pittoriche, fotografie d’epoca e materiale d’archivio

BIELLA - Sabato 4 agosto alle ore 17.30, la storica dell’arte Alessandra Montanera accompagnerà i visitatori in una visita guidata alla mostra «Giuseppe Bozzalla. Appunti di viaggio» in corso al Museo del Territorio Biellese.  Un viaggio alla scoperta dell’artista piemontese tra i suoi disegni, le sue opere pittoriche, fotografie d’epoca e materiale d’archivio.

La mostra
Gli «Appunti di viaggio» di Giuseppe Bozzalla sono una raccolta di cinquantacinque disegni provenienti dai taccuini dell’artista, recentemente acquistata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e affidata in comodato al Museo del Territorio Biellese, per essere valorizzata e presentata al pubblico. La raccolta è allestita al primo piano del Museo in quello spazio che negli ultimi anni ha ospitato altre collezioni di grafica (dai carboncini di Sandrun ai pastelli di Alessandro Poma) e bene è nel percorso museale dedicato alle collezioni storico-artistiche di Otto e Novencento.

Le opere
Il percorso espositivo, curato da Alessandra Montanera, è stato arricchito con tavole ad olio, pastelli provenienti da collezioni private, immagini e pubblicazioni d’epoca e anticipa un percorso di ricerca più ampio che celebrerà il 60° anniversario della morte dell’artista, che ricorre proprio quest’anno. Questa prima iniziativa vuole valorizzare l’opera grafica di Giuseppe Bozzalla, artista biellese di grande sensibilità, incoraggiato a dedicarsi alla pratica e allo studio dell’arte da Lorenzo Delleani, maestro indiscusso della pittura di paesaggio piemontese.

L'artista
Ultimo di quattordici figli, Giuseppe Bozzalla Pret (1874-1958), era figlio di Giovanni, industriale laniero e di Efisia Sella, sorella del noto Quintino. Nonostante fosse stato avviato a proseguire l’attività paterna, trovò in famiglia comprensione e sostegno alla sua palese inclinazione all’arte, potendo così proseguire gli studi presso l’Accademia Albertina di Torino. Con un approccio e una dedizione all’arte diversa dal suo primo maestro, Bozzalla diventerà un raffinato paesista con la passione per i paesaggi innevati. L’eterogeneità dei soggetti presenti nella raccolta, bene esemplifica la maestria di Bozzalla nell’arte del disegno: queste pagine, un tempo raccolte in taccuini, costituivano per l’artista una sorta di appunti, presi estemporaneamente, da rielaborare poi in un secondo momento e utilizzare durante la realizzazione dell’opera pittorica. Il recente restauro realizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, affidato dallo Studio ABF di Daniela Giordi con la supervisione della Soprintendenza, ha permesso di rimuovere ciascun foglio dalle cornici entro cui erano stati collocati negli anni Settanta e scoprire in alcuni casi che anche il verso conserva tracce di disegno, più o meno abbozzato. Per la visita guidata i posti sono limitati, la prenotazione obbligatoria entro le 17 di venerdì 3 agosto allo 015.2529345. Costo euro 5. L’esposizione resterà visitabile fino al 14 ottobre prossimo con i seguenti orari: da mercoledì a venerdì, 10-12.30 e 15-18.30. Sabato, domenica e festivi 15-18.30. Info: Museo del Territorio Biellese Via Q. Sella 015 2529345, museo@comune.biella.it.