10 dicembre 2019
Aggiornato 11:30
Tessile

Città Studi a Bruxelles per il terzo meeting del progetto Life-Flarex

Trasferta europea per il Polo di Innovazione Tessile-Po.in.tex per discutere sull'impatto dannoso dei ritardanti di fiamma impiegati nell’industria tessile

BIELLA – Life - Flarex è un progetto co-finanziato dal Programma LIife che mira a ridurre l’impatto dannoso sull’ambiente, sulla salute delle persone e sulla sicurezza dei lavoratori, dei Ritardanti di fiamma attualmente impiegati nell’industria tessile, e a prendere in considerazione le possibili alternative, analizzando il loro impatto sull’ambiente e le funzionalità tecniche, promuovendo buone pratiche per il settore. La delegazione europea del Governo catalano ha ospitato il terzo meeting semestrale del progetto LIFE-FLAREX, svoltosi a Bruxelles nelle settimane passate. Città Studi Biella, con il Polo di Innovazione Tessile-Po.in.tex , era presente in quanto partner del progetto.

I presenti a Bruxelles
All’incontro ha partecipato anche il Project monitor di Neemo, l’organismo esterno di supporto messo a disposizione da Easme (Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese dell’Unione Europea) per il programma Life, che ha spiegato il ruolo di supporto fornito alla Commissione Europa nella verifica della realizzazione dei progetti.

Le attività
A seguire, Po.in.tex e gli altri partner del progetto Life - Flarex hanno illustrato l’avanzamento delle diverse azioni avviate durante il primo anno di attività: i risultati raggiunti sino a questo fase sono disponibili sul sito web del progetto (www.life-flarex.eu). Dopo proficue e approfondite discussioni sulla scelta dei tessuti e dei ritardanti di fiamma da utilizzare durante le attività progettuali, è stato pianificato il calendario del lavoro per i prossimi mesi, incluso l’avvio delle prove tossicologiche, che saranno effettuate da Csic_Iqac, e la valutazione del rischio e dell’impatto ambientale, entrambe gestite da Leitat. Infine, sono state illustrate le attività di diffusione e comunicazione realizzate nel primo anno di progetto, evidenziando la partecipazione a 3 importanti conferenze: Ecofram 2018 (Francia), Setac 2018 (Italia) e la 3ª conferenza su «Fire-safe Textiles and Plastics», svoltasi in Belgio ottobre 2017. L’incontro è terminato con un aggiornamento sugli aspetti finanziari e la gestione generale del progetto.