18 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

A Bianca Turati l'ITF Thindown di Biella

Soddisfatta la comasca: «Sono riuscita a tenere di più in mano il gioco, con una profondità che ha messo in difficoltà la mia rivale»
Yuri Bodo (sponsor del torneo) con Bianca Turati
Yuri Bodo (sponsor del torneo) con Bianca Turati (Marco Perazzi)

BIELLA - Ha impiegato una sola settimana per assaporare il dolce sapore della ‘vendetta’. Così a distanza di pochi giorni dalla finale persa a Schio, Bianca Turati ha scritto il suo nome nell’albo d’oro del torneo Itf Thindown di Biella, riportando il bilancio con Nastassja Burnett in perfetta parità. E’ finita 6-3, 6-4 per la più giovane lombarda (classe ’97, cinque anni in meno della romana), brava ad iniziare meglio la partita (3 break subito da Burnett in altrettanti giochi), sfruttare i troppi passaggi a vuoto della rivale (prima di servizio a singhiozzo e diritto meno efficace, anche a causa della grande mobilità della rivale) e capace di recuperare nel secondo set, quando dopo essersi trovato indietro 0-3 e poi 2-4 ha saputo infilare quattro game consecutivi.

«Sono stanca, ma molto contenta - ha detto nel post partita la comasca -. Ho disputato 12 partite in due settimane, facendo tesoro della sconfitta patita contro Nastassja pochi giorni fa. Sono riuscita a tenere di più in mano il gioco, con una profondità che ha messo in difficoltà la mia rivale. Per gran parte della stagione disputo tornei solo per l’Università, ma ve bene così».

Alcuni  momenti della premiazione di Nastassja Burnett

Alcuni momenti della premiazione di Nastassja Burnett (© Marco Perazzi)

Burnett (un passato da numero 121 e troppi infortuni) può comunque essere soddisfatta per quanto fatto negli ultimi tornei. «In effetti non sono riuscita a cambiare l’inerzia della partita - dice Burnett - Bianca ha giocato meglio in questa occasione, ma sono soddisfatta per queste due settimane. Non mi pongo limiti di classifica: non si sa mai cosa può succedere. Punto a giocare con maggiore continuità e andare avanti, cercando di salire nella scala dei tornei. Mi sento con la voglia di una ventenne e penso di avere ancora qualche anno per provarci».

Negli ultimi due giorni del torneo il circolo ha schierato alcuni giovani raccattapalle: Christian e Thomas Quatela, Sophie e Nicole Monteleone, Emanuele e Gabriele Pilotto, Cesare Buscaglione, Camilla Roano e Nicole Bergamini.

I raccattapalle con Burnett e Turati

I raccattapalle con Burnett e Turati (© Marco Perazzi)

Per Cosimo Napolitano e il suo staff (alle spalle un’esperienza ventennale nel circuito maschile, con un nuovo Challenger già in cantiere e metà settembre) l’ingresso nell’universo femminile non pare essere stato ‘una tantum’. «E’ stata una settimana positiva - spiega il direttore del circolo I Faggi -. L’evento è molto gradevole, tantissime giovani sono arrivate nel nostro circolo e abbiamo assistito a un buon livello di gioco. Siamo contenti e penso ci siano solo cose positive per il domani Con l’imminente entrata anche nell’altra struttura cittadina potremo lanciare i programmi per il futuro, tra cui ci può stare un torneo femminile più importante, magari disputato proprio al Tennis Biella e con un montepremi che rispolveri i fasti del passato».

RISULTATO FINALE
Bianca TURATI (Ita) [8] b. Nastassja BURNETT (Ita) [6] 6-3, 6-4
RISULTATO TABELLONE DI DOPPIO - FINALE
Costanza TRAVERSI (Ita) / Aurora ZANTEDESCHI (Ita) b. Sviatlana PIRAZHENKA (Blr) / Dalila SPITERI (Ita) [1] 6-2, 6-3