25 giugno 2019
Aggiornato 10:30
Sport

Biella Rugby: due tallonatori e un utility back completano la rosa

Quasi al completo la formazione gialloverde. In arrivo a Biella Zorzetto, Monetti e Lancione. Ecco tutti i dettagli

BIELLA - Quasi al completo la rosa gialloverde di Edilnol Biella Rugby. Da Settimo Torinese, in arrivo un tallonatore, Davide Zorzetto e un utility back, Luca Lancione, entrambi cresciuti nelle giovanili dell’Aosta.

Un club affascinante
Classe ’97 Davide Zorzetto, ha giocato nella squadra della sua città fino a diciassette anni, quando ha maturato l’idea, poi diventata concreta, di spiccare il volo verso Perugia, dove ha giocato per tre anni in U18 Elite, Serie B e Serie A. Un anno in Veneto a Badia Polesine (Serie A) e tre anni, due in B e l’ultima in A a Settimo Torino. Di Biella ricorda il suo esordio e il fascino che il club ha sempre esercitato su di lui fino a fargli maturare l’idea del trasferimento: «A Biella ho giocato la mia prima partita in Under 13 con la maglia dell’Aosta, era lontana ai tempi l’idea di poterci ritornare, anche se nel tempo, ho deciso di fare esperienze che mi hanno portato lontano da casa. Biella mi ha dato la possibilità di ritornare vicino alla mia famiglia pur continuando a giocare in Serie A. Non è una scelta di comodo, il Biella Rugby mi ha sempre affascinato. Un club che ha sempre mille progetti che con il tempo riesce a rendere concreti. Ho visto questo posto letteralmente trasformato. Sono contento che Biella ce l’abbia fatta a guadagnare questa categoria, sono cosciente dell’impegno e degli sforzi impiegati per raggiungere l’obiettivo, per questo mi aspetto che adesso ci si creda fortemente per cercare di rimanerci in questa Serie A».

Un progetto interessante
Anche Luca Lancione nasce ad Aosta, ma nel ’96. Ha giocato la sua ultima stagione, la quinta in totale, con la maglia del Settimo Torino e da qui parte per raccontare il suo cambiamento: «Dopo cinque anni passati al Settimo Torino, sento di dovere molto a questa società che mi ha permesso di crescere sotto ogni punto di vista: atletico e personale. Avevo voglia di un cambiamento e di confrontarmi con nuove realtà alla ricerca di nuovi stimoli. Biella mi ha contattato proponendomi un progetto che da subito ho trovato molto interessante, soprattutto perché mi permetterà di affacciarmi al mondo del lavoro in un ambito conforme al mio indirizzo di studi, sono iscritto a scienze motorie. Oltre a giocare per il club, avrò la possibilità di affrontare uno stage alla Desmotec, azienda in forte espansione e vicina al mondo del rugby di alto livello. Tornando al rugby, sono convinto che a Biella ci siano la basi per fare bene. La società ha investito molto sullo staff e sul gruppo, tutta gente con grande voglia di fare. Il mio desiderio di iniziare questo nuovo percorso e di migliorarmi è tanta. Sono convinto che insieme, potremo raggiungere obiettivi importanti».

Spazio ai giovani in azienda
L’ing. Alberto Bertagnolio, Ceo di Desmotec: «L’azienda è da sempre impegnata a stringere accordi con le realtà del territorio e ad accogliere nel proprio staff personale giovane e dinamico, proprio come Luca che mi rende fiero di siglare un nuovo accordo di collaborazione con il Biella Rugby». Il logo ‘Desmotec’ sarà presente sui pantaloncini della divisa da gara Brc nella prossima stagione sportiva.

Una sostituizione a sorpresa
Raffaello Monetti, pilone/tallonatore di Salerno proveniente dall’Unione Cavalieri Rugby Prato Sesto (Serie A), arriverà a Biella per sostituire Antonio Giusti che in seguito ad accertamenti medici, si è visto costretto al prematuro ritiro come spiega il diesse Corrado Musso: «Antonio si è recato presso le nostre strutture nelle scorse settimane per i test medici e fisici di prassi e purtroppo gli è stato riscontrato un problema piuttosto serio ad un ginocchio. Considerato il periodo e la necessità di avere un giocatore che ricoprisse il suo ruolo, siamo stati costretti a cercare un sostituto che abbiamo trovato in Raffaello Monetti, un ragazzo molto giovane e con le sue stesse caratteristiche. Giusti farà ulteriori accertamenti, ma se e quando il suo problema si dovesse risolvere, Biella è assolutamente disponibile a riaccoglierlo, magari per la prossima stagione».