17 novembre 2018
Aggiornato 16:30

Auto a 226 km/h, interviene la Polstrada

L'uomo fermato durante una campagna europea congiunta di controlli in materia di sicurezza stradale
Posto di blocco della Polstrada
Posto di blocco della Polstrada (ANSA)

NOVARA - Un'auto che sfrecciava a 226 km/h. Si è visto anche questo sulle strade di Novara e provincia durante le giornate della «Tispol Speed», una campagna europea congiunta di controlli in materia di sicurezza stradale. Gli agenti della polstrada novarese, dal 6 al 12 agosto, hanno monitorato le autostrade A4 e A6, oltre alle principali arterie del territorio di competenza, servendosi di Autovelox e Trucam.

SOSPENSIONE DELLA PATENTE - E' stata una delle apparecchiature a rilevare i 226 km/h raggiunti dalla vettura: per questa violazione è prevista una multa da 828 a 3.313 euro e la sospensione della patente da sei a dodici mesi.
La polizia stradale del Novarese ha eseguito 20 servizi mirati di controllo, riscontrando 545 infrazioni ai limiti di velocità.

MORTO A 23 ANNI - Un ragazzo di 23 anni appena compiuti, Giuseppe Bongiorno, è morto cadendo dallo scooter ieri sera intorno alle 21 in via Rigonda, a pochi metri dall'abitazione di San Sebastiano da Po dove viveva con la famiglia. Il giovane stava rincasando dopo avere festeggiato il proprio compleanno con gli amici.
Secondo una prima ricostruzione dell'incidente, effettuata dai carabinieri di Casalborgone, Bongiorno era in sella ad uno scooter Aprilia 50 e stava scendendo da frazione La Villa quando, nell'affrontare una curva, avrebbe perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro una pianta a lato della strada. È morto sul colpo.