22 aprile 2019
Aggiornato 18:30
Musica

Suoni in movimento, a Pettinengo nuovo appuntamento con la grande musica

Con l'eccellenza violinistica italiana si conclude il «percorso giovani» all'oratorio di San Rocco, sede del Museo degli Acquasantini con il giovane Ferdinando Trematore

PETTINENGO - A Pettinengo, domenica 26 agosto, presso l’Oratorio di San Rocco sede del Museo degli Acquasantini si conclude il Percorso Giovani con l’eccellenza violinistica del giovanissimo vincitore della Borsa di studio della Fondazione CRT per la categoria Violino del Master dei Talenti 2017 riservata a giovani talenti non solo regionali ma italiani: Ferdinando Trematore che recentemente ha effettuato in qualità di solista nel Concerto di Mendelssohn op.64 una tournée con l’Orchestra Regionale Toscana e ha partecipato ad una concerto registrato anche da Rai Radio3, come Primo violino al prestigioso Amiata Piano Festival a fianco di affermati concertisti riscuotendo numerose critiche positive di diverse testate giornalistiche di musica classica. Per Suoni in Movimento parteciperà nella duplice veste di esecutore e compositore, in duo con il chitarrista Umberto Maisto.

Il programma
Il pomeriggio inizierà alle 16.30 con la visita guidata del museo e proseguirà poi alle 17 con il concerto del Duo Modigliani: Ferdinando Trematore violino - Vincitore dalla Borsa di Studio categoria B Violino 2017, Umberto Maisto chitarra. Il programma presentato dai giovanissimi interpreti caratterizza in modo omogeneo i due strumenti tramite brani di Carulli e Giuliani che alla chitarra dedicarono la maggior parte della loro produzione inserendo il violino quale ausilio melodico nei brani di musica da camera, brani di di Sivori (allievo di Paganini) e Paganini, dall’impronta altamente virtuosistica e con un omaggio finale al repertorio latino dal carattere travolgente e appassionato, al quale si giunge attraverso la sognante trascrizione del brano di Debussy originale per pianoforte «Claire de Lune».

Il violinsta
Ferdinando Trematore, nato nel 1994, inizia lo studio del violino all'età di cinque anni con il padre. Ha partecipato a 20 concorsi nazionali ed internazionali, come violino solista e musica da camera, classificandosi sempre nei primi premi assoluti. Nel 2010, consegue  il diploma  presso il Conservatorio di Musica «U. Giordano» di Foggia, con la votazione di dieci e lode sotto la guida del M° Marco Fiorentini. Attualmente si perfeziona con il M° Boris Belkin presso la Zuyd University faculteit Conservatorium di Maastricht (Olanda), dove nell’aprile 2016 consegue il Bachelor of Music’s Degree con il massimo dei voti, e con il M° Sonig Tchakerian presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, dove nel maggio 2017 riceve la borsa di studio «Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza» come miglior alunno iscritto ai corsi di perfezionamento dell’Accademia. Nel 2005 fonda insieme alla sorella Angela il Duo Federiciano, ottenendo nel 2014 la borsa di studio «Bruno Premuda» come miglior formazione dell’International Chamber Music Academy. Nel novembre 2009 esegue da solista il Concerto di Mozart K 216 presso l'’Università di Foggia, mentre nel gennaio 2010 esegue con la sorella il Doppio Concerto per violino, pianoforte ed orchestra di Mendelssohn, diretto dal M° G. Proietti con la Roma International Orchestra, presso XI Festival Internazional di Campagnano Romano (Roma). Nel maggio 2009 partecipa al Meeting International Music Festival di  Maribor e Ruse (Slovenia). Nel Maggio 2010 risulta vincitore del 11° Premio  Nazionale di Violino «Bruno Zanella» a Crevalcore (Bologna), nel settembre 2010 vince  la borsa di studio alla  45^ Rassegna Nazionale Violinisti M. Benvenuti di Vittorio Veneto. Nel 2011 risulta uno dei tre vincitori alla XVI Rassegna Musicale dei Migliori Diplomati dei Conservatori  d'Italia a Castrocaro Terme (Forlì) con  registrazione del CD distribuito dalla rivista "Suonare News" e premio del pubblico Giove. Nel 2011 vince il terzo premio alla XXXIV Edizione del Concorso Internazionale Valentino Bucchi a Roma e il premio A. Spada, come il più giovane concorrente premiato. Nell'ottobre 2012 esegue il concerto di Tchaikovsky con l'Orchestra di Padova e del Veneto diretta dal M° Maffeo Scarpis presso il Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto, concerto trasmesso in diretta su Rai Radio 3. Nel marzo 2013 esegue il concerto di Tchaikovsky con l'Orchestra del Conservatorio "U. Giordano" di Foggia diretta dal M° Pablo Varela presso gli Amici della Musica di Foggia.. Nel maggio 2013 si aggiudica il concorso violinistico «F. Di Pietrantonio» a Piombino (Livorno), vincendo un violino costruito dal liutaio F. Di Pietrantonio. Partecipa ai corsi di musica da camera tenuti a Portogruaro con il Trio di Parma vincendo in duo (con la sorella Angela) la borsa di studio come miglior formazione cameristica del corso. Nel novembre 2013 vince il secondo premio al XVII° Concorso Internazionale di Musica da camera Luigi Nono di Venaria Reale (Torino) e nell’aprile 2014 vince il primo premio al Concorso Violinistico Dario Anselmi a Magliano Sabina (Rieti) e nel giugno 2014 vince il primo premio assoluto al Concorso di musica da camera «Hyperion-Sonia Pahor» di Ciampino (Roma). Nel marzo 2015 si aggiudica il Music Award Maastricht 2015, concorso internazionale violinistico che premia ogni tre anni il miglior violinista e allievo del Conservatorio di Maastricht. Partecipa annualmente ai Corsi dell’’Accademia Chigiana di Siena con Boris Belkin, ottenendo nel luglio 2015 una borsa di studio come miglior violinista e un recital effettuato nel giugno 2016 nel prestigioso Palazzo Chigi di Siena, presso la stagione concertistica «Micat in Vertice» dell’Accademia Chigiana. Nel luglio 2016 è invitato al Festival de musique de chambre de Lavasseau (Francia), mentre nell’ottobre 2016, dopo la vittoria del Violin Contest B.A.M., prende parte ad una tournèe europea (Maastricht, Antwerp, Brussels) con la Tzigane di Ravel, sotto la direzione di Bas Wiegers, accompagnato dalla B.A.M. Symphony Orchestra. Sempre nell’ottobre 2016 tiene una tournèe in Tel Aviv and Netanya (Israele) come solista nel Guitar Gems Festival e nel novembre 2016 ottiene il 3° premio presso il Streichwerk International Violin Competition a Berlino. Nell’aprile 2017 vince il 1° premio assoluto, categoria musica da camera, al 23° concorso di musica da camera G. Rospigliosi di Lamporecchio (Pistoia). Nell’agosto 2017 esegue la «Serenade alfer Plato’s Symposium» di Bernstein presso il «Chigiana International Festival» in Siena con l’Orchestra dei Conservatori della Toscana. Nel febbraio 2018 vince il concorso violinistico indetto dal Conservatorio G. Verdi di Torino, con la collaborazione della Fondazione CRT, ottenendo una borsa di studio. Nel luglio 2018 eseguirà il concerto di F. B. Mendelssohn in tournée con l’Orchestra Regionale Toscana, sotto la direzione di Alessandro Cadario. Suona un magnífico Antonio Guadagnini (Torino 1881) gentilmente offerto dalla Fondazione ProCanale di Milano.

Il chitarrista
Umberto Maisto, nato il 4 Dicembre del 1990, ha iniziato gli studi di chitarra classica all’età di otto anni con il M°Dario Giordano. Fin dalla più tenera età ha avuto dimestichezza con vari generi musicali non disdegnando esperienze di ricerca nel campo della musica etnica - popolare di molte zone del mondo quali Portogallo, Brasile, Irlanda e Sud Italia. All’età di tredici anni è passato sotto la guida del M°Stefano Aruta che ha curato la preparazione di Umberto Maisto per il conseguimento del diploma in chitarra classica al Conservatorio «Nicola Sala» di Benevento acquisito nel 2008 col massimo dei voti. Negli anni successivi partecipa a numerosi concorsi internazionali ottenendo tra gli altri il Primo Premio (2016) ed Terzo premio (2014)al prestigioso concorso nazionale «Giulio Rospigliosi» (Lamporecchio)- Primo premio e Premio speciale come migliore interpretazione al concorso internazionale «Corrado Alba» (Roma) ed il Primo premio al concorso «Acerra international guitar meetings» 2014. Ha partecipato a numerosi corsi di alto perfezionamento in tutta Europa con personalità del mondo della chitarra classica come Miguel Trapaga, Alex Garrobè, Jerome Ducharme, Aniello Desiderio, Matthew McAllister, Marcin Dylla, Carlo Marchione e inoltre con Carles Trepat nel 2009 alla prestigiosa «Escola i Conservatori de Mùsica de la Diputaciò de Tarragona (Spagna)» nonché ai corsi tenuti da quest’ultimo organizzati dall’associazione culturale Altrecorde nello stesso anno. Umberto Maisto ha collaborato come organizzatore e musicista alle stagioni musicali del «Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini» di Napoli portando all’attenzione del pubblico opere della compositrice, pianista e chitarrista napoletana Teresa De Rogatis. Si è esibito per importanti istituzioni culturali in tutta Europa, associazioni, teatri, accademie, musei come Museo Nazionale di San Martino e Accademia delle belle arti di Napoli, Auditori de la Caixa de Tarragona ecc. Umberto Maisto, parallelamente alla sua attività concertistica da solista, si esibisce in duo con il violinista italiano Ferdinando Trematore Duo Modigliani, Duo Capriccioso con la cantante lettone Egita Znutina, il clarinettista colombiano Luis Carlos Erazo. E’ inoltre co-fondatore con Salvatore Morra e Pierluigi de Simone dell’associazione culturale Altrecorde di Napoli. Ha concluso i suoi studi sotto la guida del chitarrista romano Carlo Marchione frequentando il corso di «Master of Professional Music Performance» presso il Conservatorio di Maastricht (Olanda) dal 2013 al 2016.